Vigilia contro il Frosinone, D'Aversa: "Guai a sottovalutarli, siamo corti ma..."

"Chi vince sfiderà la Roma, nel calcio mai dire mai". Convocato Siligardi: "In campionato non posso utilizzarlo ma non per scelta mia"

Roberto D'Aversa - foto Ansa

Dal nostro inviato
COLLECCHIO - "Domani è importante per noi. Vogliamo passare il turno, ma sappiamo che l'avversario ci darà filo da torcere. Guai a sottovalutarlo, commetteremmo un grandissimo errore". Roberto D'Aversa tiene alta la guardia, non vuole neanche pensare che domani tutto sia già scritto solo perché si affronta un avversario di Serie B, né vuole vedere facce rilassate. Convoca Siligardi a sorpresa "è un professionista, si allena e sa che domani potrebbe giocare titolare probabilmente" e lascia a casa Gervinho e Grassi "l'ivoriano ha preso una botta, mentre il centrocampista deve proseguire con un allenamento differenziato fino a venerdì ma non ha niente di grave. Peccato perché dovrebbe lavorare con continuità", oltre a Sepe e Bruno Alves.

"Ci deve essere la volontà di passare il turno - dice in conferenza stampa l'allenatore del Parma - dobbiamo essere bravi a non sottovalutare l'avversario che nonostante sia in B ha mantenuto l'ossatura dell'anno scorso. Da parte nostra ci devono essere convinzione e determinazione di passare il turno per affrontare la Roma. Il Frosinone ha tenuto molti giocatori dell'anno scorso, è arrivato un allenatore come Nesta, molto bravo, che nella parte iniziale ha avuto qualche difficoltà ma che ha saputo ridare un equilibrio, si è rimesso con il 3-5-2, viene da un periodo positivo, ha segnato 4 gol nell'ultima partita all'Empoli. Domani affrontiamo una partita non semplice, l'anno scorso il Frosinone ha fatto la Serie A e in questo momento affrontiamo una squadra fisica che sta bene. Indipendentemente da chi scende in campo, vogliamo portare a casa un risultato importante. I punti persi alla fine? Nel nostro pensiero e in quello dei ragazzi non ci deve essere fortuna o sfortuna. Ai miei giocatori ho portato esempi pratici, con il Sassuolo ad esempio siamo andati a cercare l'episodio positivo e abbiamo vinto. Certo, si poteva fare meglio ed evitare di concedere qualche situazione con Bologna e Milan. Nel derby avremmo meritato un risultato pieno, ci è sfuggito di mano, ma contro il Milan è stata una partita sofferta per l'avversario che ci trovavamo di fronte. Ma non pensiamo al passato, solo al presente che dice Frosinone".

E ai suoi chiede un regalo speciale per questo anniversario: "Sapete che a me non piace molto ricevere complimenti ma ringrazio comunque tutti quelli che ci stanno dimostrando affetto e che si ricordano dei risultati che abbiamo conseguito. La società aveva già fatto tanto prima che arrivassi io, con mister Apolloni ha vinto un campionato e poi con noi, con me e il mio staff, con Faggiano, siamo arrivati dove siamo arrivati facendo qualcosa che nessuno mai aveva fatto nella storia del calcio italiano. Ci sono tante cose da migliorare ancora, nel calcio quello che si è fatto prima conta poco, e il presente ci dice che bisogna vincere domani". E dice pure che tra i convocati torna ad esserci Luca Siligardi: "Per me e per il mio punto di vista si è sempre allenato con intensità, nessuna problematica a dirgli che domani giocherà probabilmente dall'inizio. Lo conosco da molto, è un professionista, non ho avuto difficoltà a spiegargli che domani molto probabilmente giocherà da titolare. Ci sono delle regole però che dicono che in campionato non posso utilizzarlo ma non per scelta mia".

Molte giovani tra i convocati, molte assenze tra i big: "Più che parlare degli assenti, non vogliamo sottovalutare l'impegno. Nel momento in cui Cornelius si è rifermato per un risentimento al flessore, Scozzarella al polpaccio, nelle dinamiche di una rosa quando non ci sono giocatori disponibili per forza di cose possiamo andare in difficoltà. Quello che ci dobbiamo aspettare domani è di vedere Pezzella titolare, un acquisto importante, Laurini che ha sempre fatto bene, Dermaku e Brugman: più che sulle assenze mi fossilizzerei su chi giocherà. La rosa è corta, nel momento in cui mi mancano quattro giocatori si può andare in difficoltà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schiantano in auto contro un tir in A1: muoiono una 24enne incinta e il suocero 76enne

  • La psicosi della banda armata di spranghe: ma è solo una fake social

  • "Rimborsi raddoppiati per gli interventi chirurgici", sequestro di oltre 1 milione di euro alle Piccole Figlie: denunciati direttore e dirigente medico

  • "Fascista di m... ti prendo a schiaffi": candidata della Lega aggredita e minacciata a Sissa

  • Più di mille giovani a Noceto per un rave in un capannone abbandonato

  • Fontanellato, operaio investito da un muletto: 59enne gravissimo al Maggiore

Torna su
ParmaToday è in caricamento