Parma, ansia Gervinho, ma con il Chievo...

L'ivoriano ha riportato un trauma distorsivo alla caviglia sinistra

Gervinho - foto Ansa

La battaglia contro il Milan è costata a D’Aversa qualche ferito. La conta dei danni, per il dispendio psico-fisico, questa volta è più lieve del solito, nel senso che il Parma non ne esce con le ossa rotte, ma dovrà lavorare sodo con lo staff medico per recuperare Gervinho in vista della delicata trasferta di Verona. Contro il Chievo, l’ivoriano potrebbe dare forfait per via di un trauma discorsivo alla caviglia sinistra rimediato contro il Milan durante uno scontro di gioco. Tradotto: l’attaccante è a rischio per la partita. E D’Aversa, che lo aveva ritrovato solo contro il Sassuolo (non al 100%), è costretto a pensare già da martedì a una possibile soluzione offensiva da apporre al Chievo, ormai retrocesso ma non per questo rinunciatario nella proposta di gioco (chiedere alla Lazio, che ha perso 2-1 compromettendo la sua corsa alla Champions).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con 5 gare da qui alla fine, Roberto D’Aversa è disposto a tutto pur di recuperare il suo campione, ma senza strafare o rischiare di perderlo per più partite. Detto che la partita con il Chievo potrebbe essere determinante (un’eventuale vittoria sposterebbe notevolmente la lotta salvezza), il tecnico crociato deve gestire le forze monitorando la condizione fisica dell’ivoriano, quest’anno andato in campo anche con solo un allenamento nelle gambe, nelle volte in cui è stato infortunato, con il resto della squadra. Non è per tanto impossibile che a Verona Gervinho possa far parte almeno della spedizione, magari sarà preservato in vista del secondo tempo. Ma da qui a domenica mancano veramente troppi allenamenti per azzardare diagnosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuovo focolaio nella Bassa: 33 lavoratori contagiati

  • Coronavirus, in arrivo un nuovo Dpcm: le misure dal 14 luglio

  • Choc a Collecchio: muore a 12 anni per una malattia fulminante

  • Bimbo di 2 anni azzannato da un cane in via Po: è grave in ospedale

  • Fanno sesso in Pilotta e aggrediscono i poliziotti: due arresti

  • Coronavirus, a Parma 13 nuovi casi: 9 sono i lavoratori della cooperativa

Torna su
ParmaToday è in caricamento