Parma, Inglese forza i tempi: vuole esserci nel derby

L'attaccante si allena a parte e lavora sodo per esserci con il Bologna. Ma non sarà facile smaltire il problema alla caviglia

Roberto Inglese - foto Parmatoday.it

Ripresa quanto mai attesa nel quartiere generale di Collecchio. Al centro sportivo Roberto D’Aversa ha fissato il ritrovo per ora di pranzo, poi via al lavoro di preparazione in vista della sfida con il Bologna, partita fondamentale per andare a prendersi quello che manca. D’Aversa dovrà farlo senza due pilastri come Kucka e Barillà, fermati dal giudice sportivo. Probabile che i due partiranno per Bologna senza chiaramente prendere parte alla partita. Faranno gruppo anche se squalificati, a testimonianza di un momento in cui c’è veramente bisogno di tutti.

Con le difficoltà che derivano dalle assenze (è vero, le ha avute pure il Liverpool contro il Barcellona in semifinale di Champions, ma si parla di altre categorie…), D’Aversa deve far fronte all’emergenza di una mediana martoriata questa volta dalle squalifiche che vede a disposizione solamente Rigoni, Scozzarella, Machin e i mai utilizzati Dezi e Diakhate (infortunato e indisponibile comunque). A meno di sorprese clamorose come buttare nella mischia uno tra Dezi e Machin, si potrebbe assistere all’esperimento già confezionato ma non riuscito di Gazzola nel ruolo di mezzala.

Più drastico ma non impossibile sarebbe il cambio di rotta verso un 4-4-2 che abbottonerebbe la retroguardia con Iacoponi e Dimarco sugli esterni, Gazzola e Sprocati invece alti a destra e sinistra. Difficile ma non impossibile anche in questo caso. Per valutare queste situazioni ci sono, in ogni caso, dei giorni a disposizione, poi si deciderà il da farsi. Anche e soprattutto in base alle condizioni di Roberto Inglese.

La distorsione alla caviglia che lo ha bloccato dal 31 marzo è diventata più noiosa del previsto. D’Aversa e lo staff medico monitorano le sue condizioni giorno dopo giorno, con grande attenzione proveranno a recuperarlo almeno per portarlo in panchina. Nella sua testa Inglese sarebbe anche pronto per giocare, ma il suo fisico non la pensa proprio così e va tenuto a freno altrimenti si rischia di peggiorare le cose. Per ora prosegue il suo lavoro dedicato, si è allenato alla ripresa con Grassi e Gagliolo sul campo di fianco a quello dove lavorava la squadra, ma proverà sicuramente a stringere i denti per essere almeno convocato lunedì sera. Verrà monitorato giorno dopo giorno dallo staff medico che riferirà a D’Aversa i progressi fatti durante la settimana.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morta la 38enne di Fontanellato colpita da un malore in acqua

  • Rischia di annegare al mare a Marina di Massa: 38enne di Fontanellato gravissima

  • Abusi sessuali nei confronti di un bambino di 11 anni: arrestato 37enne

  • Scossa di terremoto 3.9 con epicentro a Borgotaro

  • Ricatto a luci rosse: "Paga 2 mila euro o diffondiamo le immagini dei video porno che hai guardato"

  • Roccabianca: scoperte due concessionarie abusive di auto

Torna su
ParmaToday è in caricamento