Parma-Lazio 0-1 | Non basta una grande gara

Decide il gol di Caicedo al 42', partita convulsa, nervosismo alla fine: a D'Aversa non sono piaciute le decisioni di Di Bello

Cornelius e Caprari - Foto Ansa

Dal nostro inviato 
PARMA - E’ da un girone che non perde, viene da 11 vittorie consecutive, da 17 risultati utili, eguagliato il record di Erikson nell’anno dello scudetto, Simone Inzaghi può superare il maestro, 52 gol fatti, 20 subiti, seconda miglior difesa, secondo migliore attacco della Serie A. Se non è una sfida impossibile questa, poco ci manca per il Parma di D’Aversa che ritrova a mezzo servizio Cornelius, gettato subito nella mischia, Kulusevski e Karamoh che invece sono in panchina. Senza Sepe, Scozzarella e Inglese, con la solita formazione rimaneggiata, D’Aversa deve pure fare i conti con il caso Gervinho, l’esiliato di lusso messo in punizione per via di alcuni comportamenti non proprio da professionista.

Costretto nelle scelte a schierare quello che ha, D’Aversa si mette in moto con Brugman al comando e Kucka a metà tra esterno e centrocampista aggiunto. La grande aggressività del Parma all’inizio costringe la Lazio a rimanere timida nella propria metà campo, ma alla distanza il palleggio degli uomini di Inzaghi permette ai biancocelesti di uscire e di arrivare dalle parti di Colombi che rischia ma non troppo. Sulla destra i biancocelesti vanno più che a sinistra, dove Jony si dimostra comunque un bell’osso. La sua spinta alla lunga diventerà preziosa. E in mischia però, dopo una grande parata di Strakosha su punizione di Kurtic, la squadra di Simone Inzaghi passa con Caicedo. 1-0 difeso fin alla fine dalla Lazio che trova nel Parma un grande alleato per imprecisione e indecisione sottoporta. La squadra di D’Aversa costruisce ma non concretizza, Gagliolo e Kucka avrebbero sui piedi palloni d’oro per l’1-1 ma sprecano così come Sprocati che avrebbe potuto fare meglio in occasione del tiro all’ultimo respiro. Entra anche Kulusevski ma il talento di Stoccolma  non impatta bene con il match e sciupa tenendo troppo il pallone. All’ultimo ha a disposizione un pallone d’oro per pareggiare, ma la sfera fa la barba al palo. Finisce senza punti ma ancora con una prestazione da incorniciare.

IL TABELLINO 

PARMA (4-3-3): Colombi; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Hernani, Brugman, Kurtic; Kucka, Cornelius, Caprari. All: D'Aversa

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric, Luiz Felipe, Acerbi; Marusic, Parolo, Lucas Leiva, Luis Alberto, Jony; Caicedo, Immobile. All: Simone Inzaghi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primi due casi a Parma: un uomo e una donna ricoverati al Maggiore

  • Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna: "Chi ha dubbi chiami il 118, non vada al Pronto Soccorso"

  • Montechiarugolo e Lesignano: tamponi e isolamento domiciliare per i famigliari dei contagiati

  • Coronavirus, due nuovi casi a Parma: il bilancio si aggrava e sale a quattro

  • Coronavirus, è psicosi: supermercati presi d'assalto anche a Parma

  • Coronavirus, quattro nuovi casi a Parma: il bilancio sale a otto

Torna su
ParmaToday è in caricamento