C'è speranza per Cornelius, in porta potrebbe toccare ancora a Colombi

Il portiere è in ballottaggio con Radu: attenzione al cambio di modulo

Andreas Cornelius - foto Ansa

Una buona notizia in vista della Lazio. Cornelius, l’unico attaccante disponibile, è tornato a lavorare con i compagni e il Parma conserva almeno la speranza di poter contare sul danese dal 1’ domenica. All’ora dell’aperitivo ci sarà la Lazio al Tardini, per una di quelle serate che possono proiettarti – una volta per tutte –  sulla via della consacrazione. Sempre piena di ostacoli e insidie, va detto, che possono farti perdere terreno.

La notizia del rientro di Cornelius è accompagnata dal ritorno in gruppo di gente come Gagliolo e Kulusevski, oltre che di Scozzarella, assente contro il Cagliari, rimpiazzato da un ottimo Brugman nell'occasione, nella sua miglior prestazione da quando è crociato, condita dall’assist a Kucka per il gol del momentaneo 1-1. In questo periodo di secca, i loro rientri seppure a mezzo servizio rappresentano acqua limpida e abbondante. Al netto delle condizioni fisiche sempre precari per gli interpreti di D’Aversa, l’allenatore si porterà fino a domenica i dubbi legati alla formazione migliore da schierare.

Contro la Lazio servirà gente di gamba, al di la delle banalità, gente che quella partita sappia giocarla anche con la testa. Per questo anche la rifinitura diventa fondamentale, serve per valutare le condizioni psico-fisiche di chi in questa settimana non si è allenato con continuità con il gruppo. E stiamo parlando chiaramente di giocatori chiave che possono far pendere l’ago della bilancia da una parte o dall’altra. Cornelius, ad esempio, in questo momento è l’unico appiglio per D’Aversa, che non ha a disposizione altri attaccanti di ruolo e sarebbe – in caso di forfait del danese – costretto a inventarsi un Kucka centravanti. La coperta corta però gli impone di valutare giorno dopo giorno e nella sgambata di sabato la risposta del vichingo sarà decisiva. Cornelius non è sicuramente l’unico a essere in dubbio fino alla fine, c’è anche l’altro scandinavo, Gagliolo, che rimane appeso all’ultima risposta. Sì perché con tutti questi tasselli mancanti e/o non al massimo della condizione, l’ipotesi di un cambio di rotta che porterebbe verso il 3-5-2 non sarebbe poi tanto campata in aria.

L’ingresso di Dermaku (in difesa con Iacoponi e Bruno Alves) nella formazione titolare potrebbe consentire a Pezzella (o Gagliolo) di fare da quinto a sinistra. A destra ci sarebbe Darmian, in mezzo al campo con Scozzarella in forse (è rientrato in gruppo venerdì) potrebbe toccare a Brugman come a Cagliari. Hernani e Kurtic potrebbero sostenere la mediana e accorciare le distanze con il reparto d’attacco, composto da Kucka nella posizione di pseudo-trequartista alle spalle di Cornelius. In porta potrebbe esserci ancora spazio per Colombi, che rimane in ballottaggio con Radu fino alla riunione tecnica.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primi due casi a Parma: un uomo e una donna ricoverati al Maggiore

  • Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna: "Chi ha dubbi chiami il 118, non vada al Pronto Soccorso"

  • Montechiarugolo e Lesignano: tamponi e isolamento domiciliare per i famigliari dei contagiati

  • Coronavirus, due nuovi casi a Parma: il bilancio si aggrava e sale a quattro

  • Coronavirus, è psicosi: supermercati presi d'assalto anche a Parma

  • Coronavirus, quattro nuovi casi a Parma: il bilancio sale a otto

Torna su
ParmaToday è in caricamento