Parma-Lecce 2-0 | Vittoria pesante, vale il settimo posto

I gol di Iacoponi e Cornelius piegano la resistenza del Lecce, pericoloso con Lapadula alla fine

Roberto Inglese - foto Ansa

Dal nostro inviato
PARMA - Bisogna riscattare l’umiliazione di Bergamo, riversando la rabbia accumulata in una settimana sul campo. Il Lecce non è avversario semplice da penetrare, perché a dispetto dei 15 punti (undici li ha fatti in trasferta) è arrivato a Parma con la voglia di stupire nonostante le assenze pesanti. D’Aversa – che questi problemi li conosce abbastanza bene – ha un Kurtic in più che schiera in maniera sorprendente sulla trequarti come laterale sinistro. Con lui dietro a Inglese ci sono Kucka e Kulusevski, grande assente di un primo tempo che vede proprio il tank avere la migliore palla gol del primo tempo. Il Parma preferisce giocare sull’esterno, va largo a liberare Gagliolo che trova un paio di palloni interessanti, uno di questi viene recapitato sulla testa dello slovacco che a due metri da Gabriel grazia il Lecce, che aspetta e accetta l’uno contro uno di un Parma che coinvolge molto anche i terzini nella manovra offensiva. Tanti i cross, poche le occasioni perché Liverani si chiude e concede poco.

Il 4-2-3-1 di D’Aversa deve trovare qualche meccanismo consolidato, la mediana fa filtro e sviluppa sugli esterni, ma gli uomini dentro l’area sono pochi, per cui si fatica ad andare verso Gabriel con convinzione. Nel secondo tempo il tecnico fa in tempo ad aggiustare qualche attrezzo, ricarica Kucka e compagni e si vede un altro Parma. Che rompe il muro Lecce al 57’ con Iacoponi, lasciato libero di affondare nella difesa salentina. E’ un altro Parma e dopo il gol è pure un altro Lecce. Che non accusa il corpo e si proietta davanti a cercare di riaprire una partita che sembra alla portata. Ci pensa la catena di sinistra del Parma a metterla in ghiaccio: Hernani sventaglia, apre per Gagliolo che mette dentro una palla ottima, terzo tempo di Kucka e palla respinta dalla traversa. Cornelius con tutta la rabbia che ha esplode un sinistro che si insacca alle spalle di Gabriel. Partita chiusa, che Lapadula prova a riaprire. Il 2-0 è meritato, la traversa dell’ex Parma lo sfiora ma non lo scalfisce e – senza più rischiare – i crociati vedono il settimo posto. Gervinho ha anche il tempo per uno slalom, giusto per ricordare che c’è pure lui in campo. Gabriel lo stoppa ma il Parma vince e vola a 28, a più uno dal Torino. Settimo posto e 14 punti di distacco dalla terzultima nella notte delle duecento panchine di D’Aversa.

DIRETTA

PROBABILI FORMAZIONI

parma-logo-nuovo-2-2PARMA (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Grassi, Hernani, Kurtic; Kulusevski, Inglese, Kucka. All: D'Aversa

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

lecce-logo-2LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Donati, Lucioni, Rossettini, Dell’Orco; Petriccione, Tachtsidis, Deiola; Mancosu; Falco, Babacar. All: Liverani

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz contro gli assembramenti: chiuso un locale in via Emilio Lepido

  • Trovato il corpo del 18enne parmigiano annegato in mare

  • Affittano una casa al mare ma la trovano occupata: coppia di Felino truffata via internet

  • Tragedia: 25enne muore in ospedale 18 mesi dopo l'incidente

  • Coronavirus, a Parma otto nuovi casi: nessun decesso in tutta la regione

  • Si tuffa in mare a Forte dei Marmi: 18enne parmigiano disperso in acqua

Torna su
ParmaToday è in caricamento