VISTA DALLA CURVA | Il cinese supercazzola, Parma-Roma e i grazie

In viaggio con il super tifoso

I tifosi al Tardini - foto D. Fornari

Parma-Roma si può sintetizzare brevemente in due episodi: Silgardi a tu per tu con Olsen non sfrutta l'occasione mentre Cristante è bravo, nel secondo tempo, a prendere il tempo a Deiola trovando l'uno a zero legittimato poi dal raddoppio di Under a pochi minuti dalla fine. Risultato forse troppo pesante ma onore alla giovane Roma di Eusebio Di Francesco. Da buon tifoso del Parma oggi non voglio parlare del tifo sugli spalti, non voglio raccontare di fischi o applausi oggi voglio solo parlare del 2018 visto da un tifoso della curva.

Il 2018 è stato un anno magico. I 25 punti alla fine del girone d'andata sono la ciliegina sulla torta ad incorniciare un annata fantastica. Il primo ringraziamento che un tifoso come me può fare va al capitano Alessandro Lucarelli, uomo di parola, epico nel riportarci in Serie A e coraggioso nel saper dire basta al calcio giocato. Il secondo grazie è per il Mister. L'abbiamo criticato, insultato, messo sulla graticola dopo sconfitte ignobili come Chiavari o Brescia ma lui non ha mai mollato, ha sempre seguito la sua idea di calcio pragmatico, minimalista ma efficace e, bisogna ammetterlo, si sta rivelando il miglior tecnico degli ultimi quindici anni crociati.

Il terzo grazie va al vice Capitano Calaiò, è grazie alla sua classe ed ai suoi gol se siamo tornati dove meritavamo di stare è colpa della sua ingenuità se abbiamo passato un’estate da incubo ma ora spero con tutto il cuore di rivederlo con addosso la maglia crociata in serie A alla faccia di “Pippein” e, passatemi il pessimo neologismo, “Zamparein”. L'ultimo grazie del 2018 va comunque a noi tifosi: criticoni ma innamorati di questa maglia, noi che dopo aver visto la serie A sfuggire a Vercelli e Cesena ci siamo presentati a Spezia al grido di “Forse chissà succederà salta con noi che torniamo in serie A…” .

Ed è successo davvero. Grazie a tutti i supporter crociati, a quelli che “Il mister non capisce niente”, quelli che “Sepe è balordo”, quelli che “Bastoni dovrebbe giocare con le mani legate dietro la schiena”, quelli che cantano e quelli che criticano a prescindere, quelli che fanno tutte le trasferte e quelli che vanno via cinque minuti prima che finisca la partita (anche se non si fa). Grazie di cuore a chi ha letto gli articoli, a quei pazzi della Scalinata e le loro trasferte enogastronomiche. Al 2019 non mi sento di chiedere nulla se non quei 15 punti che mancano alla salvezza.

Ps: Dimenticavo, grazie al cinese, il suo discorso post promozione è stata la supercazzola più entusiasmante del 2018.

Segui la tua squadra in diretta streaming su DAZN.
Il primo mese è GRATIS!

Potrebbe interessarti

  • Piscine interrate: costi e tempi per averne una nel proprio giardino

  • E' vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Ma come ti vesti... a un matrimonio estivo? Ecco tutti i consigli

  • Verità e falsi miti sui rimedi anti medusa

I più letti della settimana

  • Chiesi, 4 lettere di licenziamento: parte lo stato di agitazione

  • Neonato di 8 mesi si ustiona in Autogrill: è grave al Maggiore

  • Ecco le baby gang che tengono in ostaggio il centro: "Giovanissimi tra alcol, droga e risse violente"

  • Roncole Verdi: motociclista 57enne cade sull'asfalto e muore

  • Metalmeccanici, il 14 giugno è sciopero generale: lavoratori di Parma alla manifestazione di Firenze

  • Studenti di Chimica dell’Ateneo di Parma scoprono un nuovo polimorfo cristallino della proteina PCNA umana

Torna su
ParmaToday è in caricamento