Vigilia contro la Roma, D'Aversa: "Non andremo in gita"

"La formazione? Giocherà chi non ha mai esordito in Serie A"

Roberto D'Aversa - foto Ansa

Dal nostro inviato
COLLECCHIO - Ultimo giorno di scuola senza tensioni. Nell'aria c'è quella serenità per averla sfangata all'ultimo appello, con la promozione in tasca il Parma si prepara a giocare l'ultima gara senza obiettivi ma non va certo a Roma in gita. Non secondo Roberto D'Aversa, il professore severo al quale un mezzo sorriso dalla cattedra è scappato. "La formazione? Ci sarà sicuramente l'esordio di qualcuno che non ha mai fatto la Serie A - ha detto in conferenza stampa -. In uno stadio così importante ci sarà il tributo per un grande campione. Noi non dobbiamo fermarci, abbiamo il compito di migliorare la nostra classifica. Avevo dato un giorno in più di riposo per staccare perché i ragazzi ne avevano bisogno. Glieli avrei voluti dare molto prima i giorni di riposo, ma matematicamente abbiamo raggiunto l'obiettivo alla penultima giornata. Nella mia carriera sono stato sempre abituato a lottare, per un bel finale. La tensione c'è sempre, ma bisogna gestirla. Li si deve essere bravi. Gagliolo? Si è allenato, si è fermato precauzionalmente ma non ha problemi. Non farà parte della partita Bastoni che oggi si è fermato. Inglese e Siligardi non sono convocati.

Per quello che abbiamo fatto meriteremmo di finire questo campionato in una poisizione più alta di classifica. La forza del gruppo quest'anno ha prevalso sul singolo. La società e il direttore sportivo hanno avuto difficoltà ad allestire la squadra, abbiamo avuto qualche problema, ma i ragazzi hanno fatto un miracolo. Non era scontato tagliare il traguardo. La partita più bella? Quella di San Siro contro l'Inter, è cominciato da lì un periodo positivo. Se ho avuto paura? Non mi piace il termine. Nel calcio come nella vita non si deve avere paura. Futuro? Dopo la partita con la Roma ci incontreremo per fare il punto. L'obiettivo è stato raggiunto, con una giornata di anticipo. Tutti avrebbero firmato in ritiro per arrivare fino a qui, in questo modo. Non si deve parlare di errori, ma di miglioramenti. Frattali? Giocherà, è giusto che lui si ritagli lo spazio. Per raggiungere un obiettivo sono importanti tutti, soprattutti quelli che non giocano. Frattali è stato fondamentale per l'obiettivo, ha messo da parte tutti i personalismi e messo davanti l'obiettivo. Noi vogliamo fare la comparsa, anche nel rispetto di De Rossi che domani saluterà la sua gente. E' sempre stato un giocatore di personalità, forte sotto l'aspetto tecnico e dal punto di vista della professionalità. Mi piace evidenziare lo spessore della persona, mancano oggi questi uomini al calcio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina una donna in piazzale Pablo: 19enne gambiano lo insegue e lo fa arrestare

  • Guida Michelin: ecco i ristoranti stellati del parmense

  • Paura per una 48enne scomparsa, salvata grazie al cellulare: era in un canale in stato di assideramento

  • Coltellate sul Frecciarossa, sotto choc il parmigiano che ha difeso la donna: " Usata una cinta per fermare l'emorragia"

  • C'è un'altra Parma sotto terra

  • Donna accoltellata sul Frecciarossa da un addetto alle pulizie: 44enne di Parma ferito mentre cerca di fermare l'aggressore

Torna su
ParmaToday è in caricamento