Parma, buone notizie: Ceravolo c'è quasi, Gervinho ancora no

Il centravanti lavora in parte con la squadra, mentre per l'ivoriano rimane piccola la speranza di riaverlo per il derby

Fabio Ceravolo - foto Ansa

La speranza di Roberto D'Aversa si chiama Fabio Ceravolo. L'attaccante, in attesa dell'ultimo visto medico, ha svolto parte dell'allenamento con i compagni e si candida con forza al reintegro. La lombalgia che lo teneva lontano dal gruppo ha allentato la presa e per domenica il Parma dovrebbe poter puntare su di lui. Dal primo minuto al centro di un attacco che potrebbe essere ancora a due punte, visto che Sprocati non è proprio in ottime condizioni fisiche. L'altro disponibile è il giovane uruguaiano Schiappacasse, scottato dal debutto di Frosinone e ancora a risposo. Potrebbe tornare utile a gara in corso, come anche Gervinho se accelera il recupero. L'ivoriano, che ha svolto un lavoro personalizzato anche mercoledì, rimane in attesa degli altri tre giorni da qui a domenica per capire come risponderà il suo corpo agli input dei preparatori atletici. D'Aversa non vuole rischiarlo, ma solamente lui sa di quanto bisogno ci sia della Freccia Nera la davanti. Per ribaltare il tavolo dei pronostici e centrare - o avvicinare di parecchio - un obiettivo. Fondamentale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Bimbo di 4 anni muore all'Ospedale Maggiore

  • Parma fuori dall'incubo: nessun decesso e nessun nuovo caso

  • I carabinieri sequestrano tre piantine di 'marijuana': denunciato un 25enne

  • Pizzarotti annuncia: "Giochi per bambini vietati, nei circoli anziani non si può giocare a carte"

  • Coronavirus, tre decessi a Parma e 18 casi in più

Torna su
ParmaToday è in caricamento