Parma, si studia il piano Karamoh: le due mosse di Bob

L'attaccante è pronto per prendersi il Parma: D'Aversa studia come farlo rendere al massimo. Equilibrio nelle due fasi e libertà negli ultimi trenta metri

Roberto D'Aversa - foto parmacalcio1913.com

Il momento di Yann Karamoh arriverà. Subito, probabilmente, vista la partenza a salve di Dejan Kulusevski e l'appannamento di Luca Siligardi. Non è bastato un tempo a testa ai due giocatori che funzionalmente servono a D'Aversa per il 'raccordo' dei reparti per spiccare e mostrare le loro qualità. E con l'Udinese potrebbe toccare all'esterno nato in Costa D'Avorio sprintare dal 1'. La settimana infatti è cominciata con l'ex Inter schierato sulla stessa linea di Roberto Inglese e Gervinho, con cui condivide molte caratteristiche: le accelerazioni, la tecnica di base, il saper andare in profondità e la progressione palla al piede. Così come Gervinho però, Karamoh è un attimo restio alla fase difensiva ed è per questo che Roberto D'Aversa continua a punzecchiarlo per convincerlo a lasciarsi alle spalle la pigrizia e fare un passo indietro aiutando quando c'è bisogno. Il tecnico e il francese stanno lavorando insieme per trovare una via di mezzo: applicazione ed equilibrio nelle due fasi, libertà negli ultimi trenta metri. Libertà di inventare, di verticalizzare e di mandare in porta il compagno. Che sia un centrocampista che arriva a rimorchio oppure la punta che attacca lo spazio e si divide l'area con l'altro esterno. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ci vorrà tempo, ma per ora che Kulusevski deve ambientarsi in Serie A e Siligardi che ha sempre un piede e mezzo fuori, ci vorrà uno strappo di Karamoh per dare un po' di brio all'attacco di D'Aversa che contro l'Udinese sarà chiamato a trasformare i complimenti e i buoni propositi del Tardini contro la Juventus in punti. Nessun obbligo, solo esigenze per vivere in maniera serena un inverno che si prospetta rigido. Oltre a questa esigenza, D'Aversa dovrà anche soddisfarne altre che potrebbe avere la società dopo l'investimento che Pizzarotti e soci hanno fatto proprio su Karamoh. Anche per questo, il momento di Yann arriverà. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Pilastrello, auto esce di strada: muore il conducente 51enne

  • Maestra parmigiana litiga su Twitter con un fumettista: poi si incontrano e lo sposa

  • Fase 2: ecco cosa si potrà fare (e cosa no) dal 3 giugno

  • Coronavirus: a Parma un morto e 4 nuovi casi

  • Emergenza Covid-19, 100 carabinieri contagiati: un militare di Noceto è deceduto

  • Coronavirus, 3 giugno: ecco cosa potranno fare da oggi i parmigiani

Torna su
ParmaToday è in caricamento