Pure a mezzo servizio, Gervinho è l'oro del Parma

Il recupero doveva essere un miraggio, ma l'ivoriano ha accelerato i tempi e va almeno in panchina

D'Aversa e Gervinho - foto Ansa

E’ un po’ presto per dire con certezza se in casa Parma sia tornato o meno il sereno. Certo è che dopo l’emorragia di infortuni in ogni reparto, il fatto che Fabio Ceravolo si sia ristabilito a tutti gli effetti fa tornare un pochino di sorriso sul volto sempre teso di Roberto D’Aversa. Che per ridere forse vorrà aspettare l’esito – si spera positivo – di Sassuolo-Parma. Intanto abbozza un mezzo ghigno a testimoniare che anche i brutti momenti si superano compatti, dopo aver riabbracciato – seppure per poco – la sua punta di diamante. Torna Gervinho a disposizione del tecnico che ha smaltito (non è al 100%, a scanso di equivoci) il problema muscolare che lo aveva costretto a uscire contro l’Atalanta e a saltare le gare di Frosinone e del Tardini con il Torino.

Ma, seppure a mezzo servizio, Gervinho per D’Aversa è la chiave per scardinare il fortino di chiunque. Una combinazione che può aprire quasi tutte le casseforti. Pure quella di De Zerbi, violata proprio da un graffio dell’ivoriano che, probabilmente comincerà dalla panchina la sfida di ritorno al Mapei. Lasciando ancora la scena a Fabio Ceravolo, centravanti di scorta che adesso si impenna su ogni palla e lotta per guadagnarsi la pagnotta dopo che a gennaio – strana la vita – ha rischiato di lasciare il Parma più volte. L’ultima squadra rifiutata dal bomber di Reggio Calabria è stata la Salernitana. Ceravolo  ha scelto di rimanere forzando le decisioni, partendo con i gradi di ‘alternativa’ e arrivando a guadagnarsi quelli di titolare, a causa anche dell’infortunio di Inglese messo ko da un problema alla caviglia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E adesso D’Aversa punta sulla sua voglia di aggredire la partita. Partendo dal suo atteggiamento visto contro il Torino.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Bimbo di 4 anni muore all'Ospedale Maggiore

  • Parma fuori dall'incubo: nessun decesso e nessun nuovo caso

  • I carabinieri sequestrano tre piantine di 'marijuana': denunciato un 25enne

  • Pizzarotti annuncia: "Giochi per bambini vietati, nei circoli anziani non si può giocare a carte"

  • Coronavirus, tre decessi a Parma e 18 casi in più

Torna su
ParmaToday è in caricamento