Il Parma piace già: con il Trab è 2-2

Il primo tempo finisce 2-1 grazie alla doppietta di Gervinho (15', 39'). In mezzo il pareggio momentaneo di Joao Pereira (22'). Sosa esalta Sepe dal dischetto, Seri (65') fa 2-2 con deviazione di Scozzarella

Gervinho - foto Ansa

La prima amichevole di questa seconda parte di ritiro ha veramente il sapore d'Europa. Per almeno due motivi: si gioca in Austria, l'avversario è il Trabzonspor, squadra turca più rodata e pronta per cominciare il suo cammino in Europa League l'8 agosto, che ha alzato il livello per testare a che punto sono i lavori che Roberto D'Aversa ha cominciato in Val Venosta due settimane fa. Il Parma è quasi finito, dal mercato aspetta Pezzella, e in campo, a parte l'ex Kucka, Grassi e Gagliolo, ci sono tutti i titolari. Iacoponi come a Firenze è costretto a giocare a sinistra, in mezzo vicino a Bruno Alves, ci sta Dermaku. 

In mezzo al campo con lo slovacco ai box per una botta alla caviglia, ci sono Kulusevski e Barillà pronti a difendere Hernani, giocatore prezioso per Bob che si gusta un Gervinho subito in grande spolvero, autore di una doppietta (15' e 39') e di tanti tentativi di rifornire i compagni che hanno sciupato le sue sgroppate mandando in fumo il gran lavoro dell'esterno ivoriano che per un'ora ha fatto il bello e il cativo tempo abbattendosi sui turchi come una furia.

In mezzo ai due gol di Gervinho, il pari momentaneo al 22' di Joao Pereira: con una trivela impressionante buca Sepe che al 28' si esalta parando il rigore a Sosa, ex Milan. Si va negli spogliatoi dopo aver visto un buonissimo Parma, capace di tessere trame importanti, e di portare pressing alto riconquistando la sfera per verticalizzare immediatamente.

Nel secondo tempo, com’era prevedibile, D’Aversa dopo un’ora stravolge la squadra: il suo 4-3-3 è tutto nuovo, si presenta con due giocatori pesanti davanti come Cornelius e Ceravolo, accompagnati da Karamoh, l’latro asso di un mercato condotto in maniera magistrale. Dermaku e Bruno Alves (che lascia il campo a Minelli al 76’) restano in campo per affinare i meccanismi e conoscersi meglio. A destra Gazzola, a sinistra Ricci dopo che il terzino l’ha fatto Barillà. In mezzo Scozzarella guida, Munari e Machin sono i passeggeri. Mediana più leggera, ma dinamica, attacco pieno di forza e imprevedibilità, quella che non riesce perà a dare Karamoh. Il francese è ancora pesante, ma i lampi li ha e aspetta prima di abbagliare l’impianto austriaco. Che al 65’applaude il gol di Sari per il 2-2 che Cornelius a dieci dalla fine ha cercato di ribaltare con un colpo di testa imperioso. Colombi salva il risultato al 90' con un colpo di reni. 

LA FORMAZIONE 

PARMA (4-3-3): Sepe (66’ Colombi); Laurini (66’Gazzola), Dermaku, Bruno Alves (76’ Minelli), Iacoponi (66’Machin); Kulusevski (66’Munari), Hernani (66’ Scozzarella), Barillà (73’ Ricci); Sprocati (66’Karamoh), Inglese (66’ Cornelius), Gervinho (66’ Ceravolo). All: D'Aversa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morta la 38enne di Fontanellato colpita da un malore in acqua

  • Tragedia a Varano: 39enne muore schiacchiato dalla ruspa che stava conducendo

  • La parmigiana Erica Talco torna a 'Uomini e donne'

  • Annaffia i fiori e l'acqua finisce sul balcone di sotto: 53enne aggredisce il vicino con un grosso machete

  • Roccabianca: scoperte due concessionarie abusive di auto

  • Pauroso scontro tra auto e bici a Corniglio: ciclista gravissimo al Maggiore

Torna su
ParmaToday è in caricamento