rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
ParmaToday

a fontanellato una giornata dedicata all’inclusione

Protagonisti della giornata il Comune di Fontanellato, il Centro Cardinal Ferrari, l’associazione Bandiera Lilla e i rappresentanti delle istituzioni.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Una intera giornata per celebrare l’assegnazione anche quest’anno al Comune di Fontanellato della Bandiera Lilla, prestigiosa certificazione che attesta la sensibilità di un territorio per i temi dell’inclusione e, soprattutto, il fattivo impegno per renderlo il più possibile accessibile per chiunque. Protagonista della giornata, oltre al Comune stesso, il “Centro Cardinal Ferrari” che ha organizzato, unitamente allo stesso Comune, l’articolato programma in cui si è snodata la giornata e che ha visto la fattiva presenza del territorio, di tanti cittadini, delle scuole, delle società sportive, tutto all’insegna dell’inclusione e della cultura della disabilità, temi sui quali negli anni lo stesso Centro Cardinal Ferrari, eccellenza nazionale nella riabilitazione per competenze professionali, know how e percorsi di terapia e cura, è diventato punto di riferimento nel territorio attraverso tanti progetti trasversali in sinergia con il territorio e con le sue realtà. Il programma si è snodato a cominciare dalla mattinata quando la Rocca Sanvitale è stato teatro del ritrovo e dei saluti delle autorità e del comitato organizzatore. Barbara Lori, assessore regionale alle Pari Opportunità della Regione Emilia-Romagna commenta: “Questa festa è molto significativa, anche per la presenza così vivace di tutti questi bambini e bambine accompagnati dagli insegnanti della Scuola primaria Iacopo San vitale di Fontanellato, i rappresentanti del Centro Cardinal Ferrari e l'associazione Bandiera Lilla. Mettere insieme tante tessere di un puzzle non è sempre semplice ma è significativo di quello che è un territorio. Conosco da molti anni il Centro Cardinal Ferrari e ho avuto modo nel tempo di vedere crescere la sua rilevanza, la capacità e il riconoscimento a livello locale e non solo, di questa eccellenza nella rete delle opportunità di cura, di accoglienza e di integrazione a cui la nostra Regione tiene davvero tanto. Abbiamo un lavoro avviato che va proprio nella direzion di poter promuovere e sostenere la presenza di quelle strutture pubbliche e private che rappresentano dei riferimenti e che ci aiutano a far crescere le nostre comunità”. Antonio De Tanti, direttore del Centro Cardinal Ferrari commenta: “Per noi è motivo di onore essere qui oggi a rappresentare il territorio, unitamente ai massimi rappresentanti comunali e con tante realtà del tessuto sociale, in questa giornata di celebrazione e di festa per l’importante riconoscimento della Bandiera Lilla riconfermata a Fontanellato –essere qui è anche la conferma di quanto il nostro Centro sia diventato un punto di riferimento non solo per le sue attività cliniche ma anche come motore e volano della diffusione sul territorio, attraverso tante collaborazioni e progettualità sinergiche, dei valori dell’inclusione e della cultura della disabilità”. A seguire, lo spostamento dalla Rocca al vicino Centro Cardinal Ferrari con le autorità e i cittadini che sono stati invitati a cimentarsi, lungo il tragitto, con le carrozzine elettriche e la bici a tre ruote. Un momento molto bello e di impatto emotivo, che ha avuto l’obiettivo di sensibilizzare tutti sulla quotidianità negli spostamenti vissuta dalle persone con disabilità. All’arrivo al Centro Cardinal Ferrari si sono tenuti momenti e presentazioni di progetti dalla grande valenza inclusiva. Subito l’inaugurazione e la visita guidata della mostra pittorica ispirata ad Antonio Ligabue, in collaborazione con la “Fondazione Museo Antonio Ligabue” di Gualtieri, realizzata dai pazienti del Centro anche quelli in età evolutiva. Un progetto che ha permesso ai pazienti di metter a nudo le proprie emozioni, paure, fragilità e al contempo sviluppare un buon livello di resilienza. Contestualmente, è stato presentato il video dedicato ai 10 anni di laboratorio teatrale del Centro, reso possibile dalla collaborazione con i registi e scenografi Matteo Corati e Carlo Ferrari. “Quella del teatro – dice Donatella Saviola, neurologo, psicoterapeuta, una delle colonne del Centro e responsabile del progetto – è una progettualità davvero molto ricca che ha dato importanti benefici all’interno dei più ampi percorsi terapeutici di recupero e riabilitazione dei nostri pazienti. Abbiamo visto pazienti calarsi appieno nel ruolo di attori e riuscire a far registrare progressi davvero molto importanti per loro: recitare a memoria brani anche lunghi, tenere la scena, gestire l’emotività, e tanto, tanto ancora. Un progetto di cui andiamo orgogliosi”. Molto bella la partecipazione delle scuole medie comunali che hanno convintamente aderito alla giornata e saranno presenti in molteplici momenti, sia con dei loro lavori pittorici che porteranno alla mostra dei pazienti, sia nella prova delle carrozzine da parte dei ragazzini in appositi percorsi protetti e sia, infine, nella attività pomeridiane di sport adattato. A seguire spazio ad un altro esempio di inclusione che definire eccellente non è per nulla esagerato: si è parlato del progetto attraverso il quale il Centro Cardinal Ferrari ha consentito, negli ultimi 12 anni, a tantissimi pazienti con gravi cerebrolesioni acquisite per esiti di emorragie cerebrale, trauma cranico da incidente stradale o ictus, di tornare alla guida di un’auto. “Rimettersi al volante significa riacquistare autonomia, sociale ma anche lavorativa – ha sottolineato De Tanti – una riconquista faticosa ma importantissima per chi ha vissuto momenti così difficili. Un passaggio verso un’autentica nuova inclusione”. Il progetto ‘Ritorno alla Guida in sicurezza dopo grave cerebrolesione acquisita’ è nato nel 2010 ed è stato condotto in collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con l’Ufficio della Motorizzazione Civile di Parma, con la Confederazione Autoscuole Riunite e Consulenti Automobilistici (CONFARCA) e con l'Autoscuola Moderna di Parma. Nell’ambito di queto contesto, è stato anche illustrato e fatto provare ai presenti il simulatore di guida, parte integrante del lungo percorso di recupero e di ritorno al volante per i pazienti. Illustrati anche altri dispositivi e strumentazioni robotiche applicate alla riabilitazione in uso presso il Centro. All’insegna dell’inclusione anche la pausa pranzo della giornata, grazie all’accompagnamento musicale a cura del “Frega Project”, potente progetto di inclusione nato dall’idea di un ragazzo parmense vittima di incidente sulla strada, e con la partecipazione del gruppo di ballo dei pazienti del Centro e i loro fisioterapisti. Nel pomeriggio, l’area comunale polivalente antistante il Centro Cardinal Ferrari è diventata teatro del prosieguo della bella giornata dedicata all’inclusione, con dimostrazioni di sport accessibile e attività sportive per tutti. Protagonisti di questo momento la Società Sportiva “Fontacalcio”. Parteciperanno anche i bimbi della ludoteca comunale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

a fontanellato una giornata dedicata all’inclusione

ParmaToday è in caricamento