andronaco (forza civica): "necessario intensificare la presenza dei vigili per le strade della città"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

"Vigili? A Parma sono quasi un miraggio. Mentre continua l'epopea Pizzarottiana per la conquista della poltrona (questa volta in Regione), passano i mesi e a Parma si vedono sempre meno vigili urbani per le strade. Una città sempre più disordinata e insicura (secondo la graduatoria de Il Sole 24 Ore è DODICESIMA nella classifica dei reati) e con problemi alla viabilità dovuti sia ai cantieri ancora incompleti, ma soprattutto all'assenza dei vigili urbani, senza i quali il caos regna sovrano. Ne è l'esempio il tratto del lungo Parma che va dalla rotonda della Pilotta al semaforo di viale Mariotti e dove la circolazione sarebbe consentita solo a mezzi autorizzati, ma in realtà vi transitano tutti, creando una coda che congestiona il traffico. Senza contare le strade in corrispondenza delle scuole, che nelle ore di entrata/uscita studenti, diventano un inferno. Se ci fossero più vigili in servizio, si eviterebbero sia il caos che i disagi per chi viaggia in autobus, invece gli utenti pendolari devono subire i capricci di un amministrazione distratta e disinteressata ai reali bisogni del cittadino! Sarebbe necessario che la Giunta investisse più risorse economiche sulla sicurezza (assumendo più vigili) e meno in opere futili (tipo il marciapiede di via Mazzini, costato euro 603.125). Anche la crudele morte dell'ingegnere che giovedì scorso è stato travolto da un ciclista nigeriano (questa volta regolare ma richiedente asilo) si sarebbe potuta evitare coordinando tutte le forze di polizia disponibili. Chi delinque lo fa perchè sa che non ci sono controlli ne certezza della pena, quindi si sente libero di agire (spacciare, rubare e compiere atti violenti). Questo accade quando si crea una muro tra istituzioni e cittadini, cioè quando si passa troppo tempo nel “palazzo” dei poteri e ci si dimentica di quello che avviene al di fuori. La speranza è sempre quella che il nostro Sindaco stia meno a palazzo e più in strada a dialogare con la gente, e magari che utilizzi più spesso i mezzi pubblici per rendersi conto dei disagi che ogni giorno devono subire i cittadini." Così in una nota Pietro Andronaco, membro dell'associazione culturale Forza Civica
Torna su
ParmaToday è in caricamento