Parma fa scuola in tema di differenziata, delegazione francese in Municipio.

A intrattenere gli ospiti il vicesindaco Marco Bosi

Parma fa scuola in tema di differenziata: una delegazione formata da una quindicina di amministratori pubblici provenienti dalla Francia ha fatto tappa in Municipio per approfondire il modello Parma di raccolta porta a porta e di applicazione della tariffazione puntuale.

Si è trattato di un momento di confronto ed approfondimento che ha visto la presenza del vicesindaco, Marco Bosi, che ha illustrato le modalità di raccolta e gestione della differenziata a Parma ed ha risposto alle domande degli amministratori francesi provenienti da vari Comuni del nord ovest della Francia. A dialogare con la delegazione erano presenti anche i tecnici di Iren Ambiente e del Settore Ambiente del Comune di Parma e l'ex assessore all'ambiente, Gabriele Folli, membro del pool di esperti di Zero Waste Europe.

Parma si conferma un modello a livello nazionale per la raccolta differenziata che ha raggiunto, nella città ducale, una percentuale che ha superato l'80%,prima in regione Emilia Romagna, fra i Comuni Capoluogo, e tra le prime in Europa, come città di medie dimensioni, oltre che esempio in tema di tariffazione puntuale

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I cinque migliori ristoranti per la pausa pranzo a Parma

  • Aeroporto, gli industriali ci mettono 8.5 milioni di euro: ecco i nuovi voli

  • Trova una ladra in camera da letto, la blocca e la fa arrestare: 26enne serba in carcere

  • È morto il 46enne investito da un ciclista in piazzale Picelli

  • "La Pianura Padana è una camera a gas"

  • Fontanellato: 40enne morsa al polpaccio da una nutria

Torna su
ParmaToday è in caricamento