16 marzo: convegno “Etica e Online: visioni e metodi del nuovo giornalismo”

L’evento è organizzato dall’associazione RadiorEvolution e dal corso di Giornalismo e Cultura Editoriale, con il contributo dell’Università di Parma e il patrocinio del Comune di Parma

 Sabato 16 marzo si terrà a Palazzo del Governatore il convegno “Etica e Online: visioni e metodi del nuovo giornalismo”, in cui esperti del settore, professori universitari e studenti del corso di Giornalismo e Cultura Editoriale si confronteranno sul presente e sul possibile futuro del giornalismo.

L’evento, organizzato dall’associazione RadiorEvolution e dal corso di Giornalismo e Cultura Editoriale grazie al contributo dell’Università di Parma e al patrocinio del Comune di Parma, inizierà alle 9 e si concluderà alle 18 ed è aperto agli studenti e a tutta la cittadinanza.

In mattinata ci si concentrerà su cultura e cronaca odierne, in due conferenze tenute da Luca Sommi (giornalista, autore televisivo e professore dell’Università di Parma), Peter Gomez (direttore de ilfattoquotidiano.it), Tobias Jones (giornalista, collaboratore di Internazionale e corrispondente di The Guardian) e Luca Ponzi (giornalista e scrittore, redazione RAI Emilia Romagna). Ad interagire con i relatori, due studenti del corso di Giornalismo e Cultura Editoriale: Yara Al Zaitr e Pasquale Ancona.

Nel pomeriggio ci si interrogherà sul futuro di questo mestiere, in un dibattito che vedrà da una parte Gabriele Balestrazzi e Paolo Ferrandi, giornalisti e professori del corso di Giornalismo e Cultura Editoriale, e dall’altra esperti quali Riccardo Bocca (giornalista, saggista e conduttore, già caporedattore de l’Espresso e vicedirettore di Sky Tg24), Daniela Preziosi (giornalista e inviata parlamentare, lavora per il manifesto, è autrice e conduttrice), Serena Bersani (giornalista e scrittrice, presidente dell’Associazione Stampa dell’Emilia Romagna, associazione Gi.U.Li.A - GIornaliste Unite LIbere Autonome) e Claudio Rinaldi (giornalista e Direttore della Gazzetta di Parma).

Obiettivo della giornata è quella di scoprire, da chi lo vive sulla propria pelle, il complicato mondo del giornalismo, che è cambiato e continua a cambiare molto velocemente. Nuove tecnologie di comunicazione e modelli socio-economici rendono difficile immaginare con precisione le caratteristiche che avrà in futuro. Si possono individuare trend e possibili evoluzioni, ma molte questioni rimangono aperte. Si affermeranno regole deontologiche nell’informazione online? Avremo un giornalismo più partecipato o più professionalizzato? Sarà iperglobalizzato o tornerà a contare la dimensione territoriale? L’informazione sarà più generalista o più personalizzata? E come si finanzierà? Che tipo di modelli editoriali si diffonderanno?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Queste e altre questioni saranno discusse e approfondite nel convegno per comprendere non solo se in futuro avremo maggiore o minore libertà di informazione ma anche che scopo, che funzione o che importanza rivestirà il giornalismo nella società di domani. Esperti e professionisti affermati del settore offriranno una panoramica sulle prospettive dell’informazione, confrontandosi con quegli studenti e quei giovani che domani dovranno raccoglierne l’eredità, nonché con i loro professori che hanno il compito di “insegnare” questa difficile professione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Bimbo di 4 anni muore all'Ospedale Maggiore

  • Coronavirus: a Parma 21 nuovi casi e 2 morti

  • Parma fuori dall'incubo: nessun decesso e nessun nuovo caso

  • Morte del piccolo Jacopo, oggi l'autopsia: due persone indagate per omicidio colposo

  • Dal 3 giugno via libera agli spostamenti da Parma nelle altre regioni

Torna su
ParmaToday è in caricamento