rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Attualità

In arrivo 18 nuove telecamere: oltre 300 mila euro dal Comune per potenziare la videosorveglianza

Ecco dove saranno le nuove postazioni

 Oltre trecento mila euro dal Comune per potenziare il sistema di videosorveglianza con 18 nuove postazioni.  Nei prossimi giorni saranno affidati i lavori per implementare la rete di videosorveglianza urbana del Comune di Parma. Alla videosorveglianza urbana, come strumento di contrasto al degrado urbano e agli episodi di illegalità predatoria e non solo, la Giunta, guidata dal Sindaco, Michele Guerra, affida un ruolo molto importante, in continuità con quanto fatto in passato. 

Alle oltre 400 telecamere esistenti sul territorio, se ne aggiungeranno altre 18 postazioni, così come da deliberazione di Giunta -2022-406 del due novembre scorso, con cui è stato approvato il progetto definitivo-esecutivo dell’intervento denominato «La sicurezza tecnologica per le attività produttive», per un importo complessivo di 305 mila euro, di cui 157 mila euro di finanziamento frutto di un contributo del Ministero dell’Interno e la restante parte, oltre 148 mila euro, da fondi propri dell’Ente.  

L’Assessore alla Legalità, Francesco De Vanna, ha dichiarato: “Il ricorso all’installazione di sistemi di videosorveglianza rappresenta una tra le misure di controllo del territorio che stiamo mettendo in atto per aumentare la sicurezza dei cittadini. La videosorveglianza urbana rientra tra quelle forme di difesa passiva, controllo e deterrenza di fenomeni criminosi e vandalici, idonee a rispondere in maniera efficace alla domanda di sicurezza dei nostri concittadini. Siamo convinti che investire risorse per implementare il nostro sistema di videosorveglianza vuol dire riceverne in cambio un alto effetto deterrente e una maggiore percezione di sicurezza attraverso un monitoraggio discreto dei luoghi pubblici”. 

Le nuove postazioni, in tutto 18, che hanno ricevuto il nulla osta da parte del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal Prefetto, Antonio Lucio Garufi, sono state individuate in Via Turi, sulla Rotatoria Via Paradigna – Via Versailles, all’intersezione Via Ugozzolo – Via Golgi, all’intersezione Via Golgi – Strada Serpente verde, all’intersezione Via Ugozzolo – Strada Traversante Pedrignano, in Via Samuel Morse – rotatoria con SP72, in Via Veronica intersezione Via Canale Naviglio, in Via Forlanini nei pressi della rotatoria con la SP343 Asolana, in Via Paradigna intersezione Via Mercatore, in Via Forlanini nei pressi della rotatoria con via Ugozzolo, sulla Rotatoria Strada Burla – Via Franklin, in Viale Piacenza – Piazzale Pablo, in Piazza della Steccata, all’intersezione Strada Garibaldi - Strada Mazzini, in Strada Garibaldi, altezza Strada Pisacane, in Strada Garibaldi tratto da Via Bodoni a Strada Cavallotti, a Barriera Garibaldi e, infine, in Via Verdi tratto da Strada Albertelli a Via Borghesi.  

 Soddisfazione è stata espressa dal Comandante del Corpo di Polizia Locale di Parma, Michele Cassano: “La videosorveglianza è un importante strumento nella disponibilità delle forze di Polizia e della Magistratura per le azioni di contrasto alla criminalità e per scoprire gli autori di fatti criminosi in tempi brevi, A queste postazioni, nei prossimi giorni, seguiranno ulteriori 6 postazioni a presidio degli accessi del Parco Ducale. A tal proposito devo ringraziare il collega, Alessandro Cantelli, dirigente del Settore Transizione digitale del Comune di Parma, e i suoi collaboratori per l’impegno e la professionalità che ci stanno mettendo per l’ultimazione dei lavori entro l’anno”. 

 “Investire in un moderno sistema di videosorveglianza - spiega l’Assessore alla Legalità, Francesco De Vanna - ci consente un controllo di vaste aree in tempi ristretti e ci restituisce la conseguente ottimizzazione delle risorse umane in campo e una riduzione dei costi di difesa del territorio”.   

Tutte le immagini riprese dalle telecamere confluiscono nella Centrale operativa della Polizia Locale, consentendone la visione anche in condizioni proibitive, ottenendone una documentazione degli eventi storica e statistica e l’eventuale individuazione degli autori dei crimini.  

 “Questa Amministrazione sta investendo ingenti risorse nella sicurezza urbana – conclude De Vanna -  dalle nuove figure degli street tutor, che da qualche settimana sono presenti nelle strade del centro storico, alle tante iniziative degli educatori di strada, fino ad arrivare all’Agente di Comunità, che partirà dal prossimo dicembre in San Leonardo, le nostre azioni sono tutte dirette a migliorare la sicurezza dei nostri cittadini”  

L’Assessora alla Transizione Digitale, Caterina Bonetti, ha rimarcato: “La tecnologia a servizio della qualità della vita dei cittadini, come in questo caso in termini di sicurezza, è l'obiettivo principale del settore. Offrire strumenti aggiornati che possano sostenere il lavoro di chi opera per la sicurezza della comunità, consente di migliorare la vivibilità delle strade e degli spazi urbani, che devono essere vissuti dalla popolazione in piena tranquillità, perché proprio dalla presenza di un vissuto del territorio si genera la vera sicurezza”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In arrivo 18 nuove telecamere: oltre 300 mila euro dal Comune per potenziare la videosorveglianza

ParmaToday è in caricamento