Attualità

È morto Bernardo Bertolucci: addio al grande maestro del cinema mondiale

Il regista parmigiano aveva 77 anni

Addio a uno degli ultimi, grandi maestri, sceneggiatori e produttori del cinema italiano: il regista parmigiano Bernardo Bertolucci è morto a Roma, a 77 anni, dopo una lunga malattia. Tra i registi italiani più rappresentativi e conosciuti a livello internazionale, ha diretto capolavori come Ultimo tango a Parigi,  Il tè nel deserto, Novecento e L'ultimo imperatore che gli valse l'Oscar al miglior regista (unico italiano ad aver vinto l’ambito premio). Nel 2007 gli fu conferito il Leone d'oro alla carriera alla 64ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia e nel 2011 la Palma d'oro onoraria al 64º festival di Cannes. Bertolucci confessa la violenza su Maria Schneider in "Ultimo tango a Parigi"

Bernardo Bertolucci, la carriera 

Con Bernardo Bertolucci, prendendo a prestito il titolo del suo film forse più famoso, se ne è andato 'L'ultimo imperatore' del cinema italiano, uno dei non molti registi del nostro Paese che ha avuto una reale e diffusa notorietà in tutto il mondo, parte di una famiglia di intellettuali al servizio della cultura e dello spettacolo, maestro nello scandalizzare e nel commuovere ma soprattutto nel narrare.

Il regista, classe 1941, nato a Parma, è stato un figlio del secondo dopoguerra capace sia di proiettarsi verso il futuro come gran parte della sua generazione, sia di mantenere costante il legame con il passato e la necessità di 'leggerlo', capace di guardare a passaggi storici da un punto di vista intimista, come in 'Novecento' (1976) e, all'opposto, di creare epos privati, come in 'la Luna' (1979).

Intellettuale, al punto di essere tacciato di intellettualismo, il regista, sceneggiatore e produttore Bernardo Bertolucci, è figlio del poeta Attilio Bertolucci, cugino del produttore cinematografico Giovanni, fratello del regista cinematografico Giuseppe e proprio la poesia sembra la sua prima vocazione, tanto da iniziare gli studi di lettere alla Sapienza di Roma.

L'amore per la parola trova una nuova declinazione quando il giovane Bertolucci accetta di collaborare con Pier Paolo Pasolini, all'inizio della sua carriera, fra le tante altre, nel cinema. Bertolucci è assistente nel primo film di Pasolini 'Accattone' (1961).
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È morto Bernardo Bertolucci: addio al grande maestro del cinema mondiale

ParmaToday è in caricamento