rotate-mobile
Attualità

Sport paralimpico in lutto: è morta Katia Boldrini

Il ricordo della Uisp

Ci ha lasciati Katia Boldrini, cuore dello sport paralimpico parmigiano, donna di grande valore e impegno.

"Katia è stata per UISP Parma - si legge in una nota - un punto di riferimento per tutta la voglia di innovare e precorrere i tempi che ha portato all’interno del nostro Comitato nell’ambito dello sport per le persone con disabilità. Una persona con innata capacità di anticipare i tempi e di guardare allo sport come elemento di unione, di inclusione, di benessere e di uguaglianza per tutte le persone. I progetti che lei Katia ha ideato, costruito e portato avanti insieme a bambini e ragazzi, i corsi di formazione e le competenze che ha diffuso tra le collaboratrici e i collaboratori della nostra Associazione sono una enorme eredità che teniamo stretta, presente e che faremo crescere nel suo ricordo. 

Nelle parole di chi l’ha conosciuta, di chi è stato suo amico e di chi ha lavorato con lei si riconoscono affetto, amicizia, rispetto e i sorrisi che hanno accompagnato i tantissimi anni che Katia ha vissuto in UISP.  

“Si rischia, in certe occasioni, di ricordare il lato professionale e atletico della persona, mentre ciò che abbiamo condiviso nei corridoi, nelle palestre, nelle piscine, nei parchi e in tutti i luoghi in cui abbiamo portato UISP insieme a Katia è stato principalmente divertimento. Moltissimi di noi hanno ricordi di felicità e di condivisione di risate, proprio così come nello sport dovrebbe sempre essere. Una persona con cui battute e scherzi, momenti di svago e conviviali sono sempre stati all’ordine del giorno. 

Una sportiva Katia, nel vero senso della parola, una donna di grandi valori e di grande rispetto verso tutte le persone. 

Una persona che non si è mai tirata indietro, che ha donato allo sport e che continua a farlo con gli insegnamenti che ha trasmesso e condiviso alle tante e ai tanti giovani che hanno avuto la fortuna di avere in lei un’ottima insegnante.” 

Donato Amadei | Presidente di UISP Parma APS 

Katia ha rappresentato per la Uisp di Parma la dirigente e l’operatrice più sensibile e più avanzata per ciò che riguarda il corretto approccio all’attività motoria e sportiva delle persone con disabilità. Partendo innanzitutto dall’idea di uguaglianza, ovvero di come far percepire la difficoltà di un particolare movimento, rendendo realmente percepibile a tutti quella determinata forma di disabilità. Tanti sono i progetti che la Uisp ha promosso e sostenuto attraverso la sapiente guida di Katia. 
Nei progetti con la scuola, ad esempio, se si trattava di proporre attività fisica per ciechi e/o ipovedenti, tutti gli altri componenti della classe venivano bendati e tutti insieme svolgevano i vari movimenti. Un approccio paritario che ha distinto Katia e la Uisp nel promuovere consapevolezza, sensibilità e la giusta attenzione anche nel rapporto con le organizzazioni che sul territorio si interessano da sempre di disabilità, con le quali nel tempo la nostra associazione ha sottoscritto protocolli d’intesa per la promozione dell’attività fisica, appunto “per tutti”. 

Non solo la Uisp, ma l’intera comunità, perde un riferimento culturale importante per i percorsi di autonomia ed emancipazione delle persone con disabilità attraverso l’attività sportiva. 

Ciao Katia, che la terra ti sia lieve.

Vincenzo Manco | Ex Presidente UISP Parma e Dirigente UISP Nazionale

“Katia è ed è stata per noi una porta aperta sulla diversità, la dimostrazione che per tutti esiste una via accessibile e percorribile nello sport, che la pratica non può e non deve mai essere negata a nessuno ma, al contrario che, con competenza, passione e con la capacità di immedesimarsi nell'altro esiste sempre una strada da percorrere, per tutti.

Ha praticato, nella formazione e nella corsisitica, lo sport per tutti e di tutti.

Per questo le saremo sempre grati.”

Enrica Montanini | Presidente Comitato UISP di Parma dal 2007 al 2016

“Ho conosciuto Katia nel mondo delle arti marziali lei con il judo e io con la kick boxing. 

Eravamo molto giovani e frequentavamo la palestra della Polisportiva Gioco all'ex Eridania. Maestra e Atleta stupenda e con grandi valori rivolti nell'ambito sociale, vicina ai più deboli ed emarginati. Una donna forte e tenace che non mollava mai, lottatrice sino alla fine Katia hai dato tanto al mondo dello sport e del sociale. 

Sei stata un esempio per tanti di noi. 

Con un saluto marziale ti dico OS e GRAZIE.”

Andrea Panizzi Ski Race ASD e Va’ Pensiero 

““Oh Capitano, mio Capitano”. È questo l’unico modo che conosco per salutarti. 

Poco prima di andartene mi hai consegnato il diario di bordo che hai scritto nei 4 anni in cui sei stata la mia mentore, allenatrice, compagna d’avventura e amica nel nuoto paralimpico professionistico.

Due storie di vita complicate, le nostre, che si sono incrociate e hanno creato un unico tragitto che non si potrà mai dissolvere. La tua enorme umiltà e la tua scelta di rimanere sempre nell’ombra hanno lasciato brillare chi hai allenato e guidato con amore, passione e dedizione. Tu, che con la stessa passione e lo stesso amore passavi da essere campionessa di Judo ad accompagnare un bambino autistico nell’acqua grazie alla forza del tuo cuore, ora accompagnaci così, libera per sempre.”

Francesco Delpiano | Atleta Nazionale di nuoto paralimpico 

Ciao Katia, lo sport a Parma ha perso una grandissima persona. Ti ricordo come una forza della natura, non ti tiravi mai indietro e il lavoro fatto insieme è stato incredibile. Con te non ci dovevano essere ultimi, tutti dovevano avere le stesse possibilità. La Festa dello Sport in cui i ragazzi potevano conoscere e provare decine e decine di sport, le attività nelle scuole per far capire ai ragazzi che si è tutti uguali, basta abbattere le barriere... Tanti ricordi meravigliosi con te, tanti progetti, tanti regali alla nostra città e a noi. Ci mancherai a tutti.

Emanuele Conte | Ex Assessore Provinciale allo Sport della Provincia di Parma

Per quanti vorranno salutarla, le esequie si terranno presso il Tempio di cremazione di Valera a Parma, martedì 28 maggio alle ore 10.00. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport paralimpico in lutto: è morta Katia Boldrini

ParmaToday è in caricamento