rotate-mobile
Attualità

A scuola in bus o in treno: a Parma più di 23mila studenti con 'Salta su'

Bonaccini e Corsini: "Attenzione ai giovani e all'ambiente, una misura concreta di welfare che vogliamo estendere"

In provincia di Parma sono stati 23.050 i bambini e i ragazzi che hanno viaggiato gratuitamente durante l’anno scolastico 2021-2022: 8.776 alle scuole elementari, 8.135 alle medie; 6.139 per le scuole superiori.

Da casa a scuola e ritorno in autonomia, in maniera sostenibile e, soprattutto, gratuita: nell’ultimo anno scolastico è successo a più di 200mila giovani emiliano-romagnoli. Con un risparmio complessivo per famiglie e genitori che supera i 47 milioni di euro.

È il risultato delle due iniziative per il trasporto pubblico gratuito agli studenti volute e finanziate dalla Regione: l’abbonamento gratuito per gli studenti under14, senza alcun limite di reddito, per viaggiare su bus e treni regionali nella tratta casa-scuola, alunne e alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado (‘Grande’, avviato già nel 2020); e quello, sempre gratuito, per gli studenti under19, ragazze e ragazzi delle scuole superiori e degli istituti di formazione professionale con un Isee familiare annuo fino a 30mila euro (‘Salta su’, dal 2021 in aggiunta al beneficio per gli under14).

Provvedimenti in linea con il Patto per il lavoro e per il clima che la Regione conferma anche per il prossimo anno scolastico, 2022-23, con l’obiettivo di farlo anche nei successivi.

“Le iniziative per il trasporto pubblico agli studenti sono tra le misure di cui siamo più orgogliosi- commentano il presidente Stefano Bonaccini e l’assessore regionale ai Trasporti, Andrea Corsini-: c’è l’attenzione per i più giovani, c’è l’impegno per la sostenibilità, il trasporto pubblico locale e la transizione ecologica, c’è un aiuto concreto alle famiglie in un momento di grande difficoltà economica, dal caro bollette agli aumenti dei carburanti, e quindi un’azione di welfare reale. ‘Grande’ e ‘Salta su’ sono due provvedimenti chiave della nostra legislatura, perfettamente inseriti nel Patto per il lavoro e per il clima, e noi vogliamo renderli ancora più efficaci e incisivi, semplificando da subito le procedure per ottenere gli abbonamenti gratuiti così da incentivarli e poter aiutare un numero maggiore di famiglie”.

Nell’ultimo anno scolastico gli investimenti decisi dalla Giunta per sostenere ‘Grande’ e ‘Salta su’ si sono avvicinati ai 20 milioni di euro. Una cifra che ha generato un risparmio ancora maggiore per le famiglie, che se avessero dovuto acquistare i titoli di viaggio a prezzo di mercato avrebbero speso oltre 47,5 milioni di euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A scuola in bus o in treno: a Parma più di 23mila studenti con 'Salta su'

ParmaToday è in caricamento