acqua turgida dai rubinetti di colorno

AMO COLORNO: "Gli avvisi vanno dati per tempo e non solo sui social."

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

EmiliAmbiente comunica che nella giornata di ieri sabato 20 ottobre si è verificato un guasto ad un pozzo della centrale di captazione di San Donato. L’acqua già dalla tarda serata di ieri, fuoriusciva dai rubinetti fangosa, con un colorito marrone scuro quasi grigio. Sebbene il comune di Colorno abbia comunicato alle ore 12:00 circa di oggi, sul suo gruppo facebook ufficiale, che non ci sono rischi per la salute, invitando i cittadini, almeno per oggi , a non bere l’acqua dal rubinetto; noi cittadini del gruppo AMO COLORNO, ci siamo interrogati sul metodo utilizzato per dare “l’allerta” e sulle tempistiche dello stesso. Perchè l’unico avviso ai cittadini è stato dato utilizzando unicamente il gruppo ufficiale del comune di Colorno su facebook e invece sul sito ufficiale del comune non è stato pubblicato nulla? Perchè utilizzare come unico canale d’informazione solo i social? E perchè farlo solo alle ore 12.00 di oggi?... Anche se non si è verificato un reale pericolo per la salute, sempre secondo quanto gli enti preposti hanno comunicato, un cittadino ha diritto di conoscere anticipatamente se vi saranno eventuali disservizi e/o rischi per la salute, al fine di non doversi preoccupare inutilmente. Un cittadino paga le tasse e merita il giusto rispetto. Anche coloro che per ragioni d’età o di poca dimestichezza, non sono a contatto costante con la tecnologia o con i social network ne hanno diritto. Occorre quindi trovare una modalità d’allerta e segnalazione più efficace. Non è la prima volta che molti avvisi ai cittadini Colornesi, arrivano in estremo ritardo, o vengono fatti con metodi di poca diffusione, come ad esempio un semplice avviso nella bacheca del comune. Iniziamo a trovare sistemi più efficaci e completi perchè non vorremo rivivere ciò che è successo durante la scorsa alluvione del 12 dicembre. Ad EmiliAmbiente intanto approfittiamo anche per chiedere a nome di tutti i Colornesi, di intervenire sulla nostra acqua potabile, che risulta ricca di sabbia e calcare, causando quotidianamente l’intasamento dei filtri dei rubinetti; la continua e costosa manutenzione delle caldaie e delle lavatrici con una conseguente durata inferiore della loro “vita”.

Torna su
ParmaToday è in caricamento