Alberi che interferiscono con i tralicci di Terna: ne verranno abbattuti solo 3 alberi su 60

Due albizie secche in via De Chirico e un tiglio in via Calatafimi

Grazie alla proficua collaborazione che si è instaurata tra l'Assessorato al Verde Pubblico, guidato da Michele Alinovi, e Terna, il gestore della rete elettrica nazionale, saranno solo 3 gli alberi che interferiscono con i tralicci dell'alta tensione che verranno abbattuti, perché malati.

Al fine di garantire la necessaria sicurezza di esercizio delle linee elettriche ed al contempo prevenire rischi d’incendio, l'Assessore Alinovi e Terna, grazie anche alla consulenza di un tecnico agronomo, hanno deciso di effettuare la normale potatura delle alberature e procedere all’abbattimento di sole tre piante malate: due albizie secche in via De Chirico e un tiglio in via Calatafimi, scongiurando l’eventualità di dover abbattere un maggior numero di piante.

Le verifiche delle alberature che sono vicine ai tralicci dell'alta tensione hanno interessato, fino ad oggi, tre tigli in via XXIV Maggio per cui è stata prevista la potatura; 10 albizie in via De Chirico di cui due da abbattere e otto da potare; tre aceri ed un ippocastano in via Signorelli che verranno debitamente potati e due tigli in via Calatafimi, di questi uno verrà abbattuto, mentre l'altro sarà potato. Le potature saranno effettuate nel rispetto delle buone pratiche dell'arboricoltura.

Grazie al dialogo e al confronto avviato, si è giunti a un risultato importante in linea con la sensibilità e le politiche del Comune volte a promuovere la sostenibilità ambientale, partendo proprio dalla tutela e dal potenziamento del verde pubblico. In questo senso continuerà anche in futuro la collaborazione tra Comune e Terna, al fine di gestire al meglio le alberature in prossimità delle linee elettriche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoratori si ribellano: "Il 15 gennaio apriremo nonostante i divieti"

  • Le regole dopo il 15 gennaio: ecco quando si potrà andare a trovare parenti e amici

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Parma scongiura la zona rossa

  • Parma in zona arancione: il calendario delle regole nel fine settimana

  • Dal 16 gennaio Parma rischia la zona rossa

Torna su
ParmaToday è in caricamento