Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

Albino Ivardi Ganapini nuovo professore ad honorem dell'Università di Parma

In diretta streaming, il 21 giugno a partire dalle 11 dall’Aula Magna della Sede Centrale

Sarà Albino Ivardi Ganapini il nuovo professore ad honorem dell’Università di Parmail titolo sarà conferito il prossimo lunedì 21 giugno.

La Cerimonia sarà trasmessa in diretta streaming, a partire dalle 11, dall’Aula Magna della Sede Centrale. A causa dell’emergenza sanitaria ancora in corso sarà infatti possibile seguire l’appuntamento collegandosi in diretta attraverso il sito web di Ateneo.

Albino Ivardi Ganapini sarà nominato professore ad honorem in “Cibo e Cultura territoriale”, per l’Ambito Agroalimentare, per la rilevanza e lo spessore della sua figura anche al di fuori dei confini territoriali: Dirigente per lungo tempo del Gruppo Barilla, Assessore provinciale ad Agricoltura, Alimentazione e Attività Produttive dal 1999 nella Giunta del Presidente Andrea Borri, dal 2003 al 2012 Presidente del Consiglio di amministrazione di ALMA, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana, di cui è attualmente Presidente onorario.

La cerimonia sarà aperta dall’intervento del Rettore Paolo Andrei. A seguire Daniele Del Rio, Presidente della Scuola di Studi Superiori in Alimenti e Nutrizione dell’Università di Parma e docente di Nutrizione Umana, leggerà la motivazione del conferimento e Filippo Arfini, Consigliere della Scuola e docente ordinario di Economia dell’Agricoltura, pronuncerà la laudatio per Albino Ivardi Ganapini. Poi la consegna della pergamena e la lectio magistralis del nuovo professore ad honorem.

L’evento gode del patrocinio dell’Associazione Alumni e Amici dell’Università di Parma.

Albino Ivardi Ganapini è il decimo professore ad honorem dell’Università di Parma. Il suo nome segue quelli dell’imprenditore Gian Paolo Dallara, del regista, pittore e scrittore Peter Greenaway, dell’imprenditore Valter Mainetti, del giornalista Luca Abete, dell’epidemiologo inglese Sir Richard Peto, dell’imprenditore Augusto Cattani, del cantautore Paolo Conte, del biochimico Wolfgang Gärtner e dell’esperto di sanità pubblica veterinaria Romano Marabelli.

Note biografiche di Albino Ivardi Ganapini

Laureatosi in Scienze Agrarie presso l’Università Cattolica di Piacenza nel 1961, è assunto dalla Barilla come addetto all’Ufficio Acquisti Materie Prime, ottenendo l’anno seguente la promozione a Dirigente dell’ufficio stesso e in seguito a Direttore Gestione Prodotti, in una delle tre divisioni del Marketing Barilla. Dopo aver frequentato il corso “European Marketing Program” presso INSEAD a Fontainbleau, nel 1979 affianca Pietro Barilla nell’organizzazione e gestione dell’Ufficio Presidenza, che oltre all’assistenza al Presidente comprende Relazioni Esterne e Ufficio Stampa. Nel 1990 entra a far parte del Comitato Strategico di Gruppo. Lascia l’azienda per pensionamento nel 1995. Nel 1996 collabora con Romano Prodi alla fondazione del movimento per l’Ulivo, di cui diviene dirigente locale e nazionale. Negli anni 1997, ’98 e ’99 è chiamato dall’Università di Parma a insegnare Economia Aziendale presso la Facoltà di Ingegneria come docente a contratto. Nel 1999 partecipa alle elezioni per l’Amministrazione Provinciale di Parma e diviene Assessore provinciale ad Agricoltura, Alimentazione e Attività Produttive nella Giunta del Presidente Andrea Borri. Realizza in tale ruolo l’organizzazione del Distretto del Prosciutto di Parma, i Musei del Cibo e ALMA, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana presso la Reggia di Colorno, ricoprendo dal 2003 al 2012 il ruolo di Presidente del Consiglio di amministrazione. Attualmente è Presidente onorario. Nel gennaio del 2019 ha ricevuto dal Comune di Parma la civica benemerenza della Medaglia d’oro del Premio S. Ilario “per avere contribuito a elevare il prestigio della Città”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Albino Ivardi Ganapini nuovo professore ad honorem dell'Università di Parma

ParmaToday è in caricamento