All’Università di Parma 20 Visiting Professor da 15 paesi del mondo

Versione stampabile I docenti stranieri terranno lezioni, sosterranno l’attività di ricerca dei dottorandi e rafforzeranno le partnership e i progetti scientifici in corso

Il processo di Internazionalizzazione dell’Università di Parma prosegue anche per l’anno accademico 2020-2021, con l’obiettivo di rafforzare la collaborazione con gli Atenei europei e internazionali: una delle azioni principali è il coinvolgimento di Visiting Professor stranieri di chiara fama nell’attività didattica e di ricerca dell’Ateneo.

20 docenti di elevata qualificazione scientifica, provenienti da 15 Paesi di 3 continenti, sono stati selezionati grazie al bando Unipr dedicato ai Visiting Professor.

I nuovi Visiting Professor insegnano in alcune delle più prestigiose Università del mondo, quali Cambridge o l’Istituto Nazionale di Salute di Washington DC, ma non solo: l’Università di Parma ha infatti esteso le relazioni e i rapporti internazionali anche con Atenei di regioni diverse e di centri grandi e medio-piccoli, a livello globale, per rafforzare la possibilità di realizzare progetti e ottenere fondi europei e internazionali congiunti.

Si tratta di docenti stranieri di chiara fama che, assumendo un incarico in Ateneo, si impegnano formalmente non solo a insegnare nei corsi di laurea di primo e secondo livello, ma anche a sostenere l’attività di ricerca dei dottorandi e a implementare e rafforzare le partnership e i progetti scientifici esistenti, finalizzando la loro collaborazione alla creazione di titoli multipli, doppi e congiunti.

Il 90% degli insegnamenti sarà tenuto in lingua inglese, anche se non mancheranno insegnamenti in altre lingue straniere. I corsi si terranno in modalità blended oppure in presenza, quando sarà di nuovo possibile, in base alle misure di prevenzione sanitaria dettate dall’emergenza COVID-19.

L’Ateneo ha introdotto infine nuove importanti novità, quali un questionario di valutazione rivolto agli studenti che seguiranno le lezioni e nuove forme di monitoraggio e audit dell’attività svolta dai Visiting Professor.

Ecco i nomi dei Visiting Professor, con Università di provenienza e Paese, divisi per Dipartimento:

Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali

Maria Teresa Schettino, Università dell’Alta-Alsazia (Francia)

Inmaculada Gonzalez Falcon, Università di Huelva (Spagna)

Dipartimento di Giurisprudenza, Studî Politici e Internazionali

Anna Wysocka-Bar, Università Jagellonica di Cracovia (Polonia)

Dipartimento di Ingegneria e Architettura

Giuseppe Caire, Politecnico di Monaco di Baviera (Germania)

Uwe Schroder, Università Tecnica di Aquisgrana (Germania)

José Colaço, Università di Rio de Janeiro (Brasile)

Adalberto Da Rocha Gonçalves Dias, Università di Porto (Portogallo)

Marat Dosaev, Università statale Lomonosov di Mosca (Russia)

Francesco Iannuzzo, Università di Aalborg (Danimarca)

Dipartimento di Medicina e Chirurgia

Luigi Notarangelo, Istituto Nazionale di Salute (NIH) Washington DC (Stati Uniti)

Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale

Lia Addadi, Istituto Weizmann per le Scienze (Israele)

Jurriaan Huskens, Università di Twente (Olanda)

Ben Francesco Luisi, Università di Cambridge (Regno Unito)

Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali

Pedro Dario Reissig, Università di Buenos Aires (Argentina)

Dao Thi Thanh Binh, Università di Hanoi (Vietnam)

Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche

Federica Bianco, Università del Delaware (Stati Uniti)

Maximiliano Cristià, Università Nazionale di Rosario (Argentina)

Nicolas Saintier, Università di Buenos Aires (Argentina)

Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie

Maria del Mar Blanco Gutierrez, Università Complutense di Madrid (Spagna)

Manuela Schnyder, Università di Zurigo (Svizzera)

Per informazioni:
U.O. Internazionalizzazione, e-mail relint@unipr.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Verso il nuovo Dpcm: ecco cosa riaprirà e cosa no

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

Torna su
ParmaToday è in caricamento