menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Altro che "omofollia", l'atto del sindaco Pizzarotti è una doverosa misura di civiltà"

CGIL e Coordinamento Donne CGIL Parma condannano il blitz di Forza Nuova

La CGIL di Parma e il Coordinamento Donne CGIL Parma esprimono solidarietà e apprezzamento al sindaco Pizzarotti per aver firmato gli atti di riconoscimento di quattro bambini nati nella nostra città all'interno di coppie omogenitoriali. 

La registrazione dei figli di coppie omosessuali è infatti una misura di civiltà che tiene conto dell'interesse esclusivo del bambino, e non si pone affatto in contrasto con questo, come pretenderebbe il gesto di Forza Nuova che nottetempo ha bollato il sindaco di "omofollia" con uno striscione lasciato davanti a casa sua.
 
Secondo CGIL e Coordinamento Donne CGIL Parma questo atto rappresenta un importante segno di attenzione verso i diritti dei minori come bambini oltre che come persone, tanto più necessario in un'epoca in cui la realtà della società civile ci pone davanti a responsabilità che non possono essere ignorate.
 
Se vogliamo cambiare davvero il nostro Paese dobbiamo cominciare proprio dai diritti di tutte le persone, senza distinzioni o discriminazioni di sorta.
 
In questo clima di insofferenza e odio nei confronti di tutte le minoranze, è importante che da Parma parta un messaggio di grande responsabilità: scegliere concretamente da che parte stare, se tutelare gli interessi dei minori e delle loro famiglie o abbandonarli alle politiche miopi di un governo senza coerenza e senza anima.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento