rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Attualità

Anolini, bolliti, arrosto e pesce: a Natale ogni parmigiano spenderà mediamente 150 euro

Un pranzo ricco e tipico che tradizionalmente si svolge in famiglia, attorno a lunghe tavolate di commensali, parenti, amici, conoscenti

Natale si avvicina e porta con sé tanta voglia di allegria e di serenità. Il periodo delle feste natalizie è magico, un momento di condivisione e di unione, di tradizioni che si ripetono immutate nel tempo. A Parma il Natale è una festa anche a tavola che vede le famiglie e gli amici riunirsi. Nel segno della tradizione. Se la cena della Vigilia è una cena di magro che porta sulle tavole parmigiane pesce come il merluzzo o l’anguilla, il pranzo di Natale è un vero trionfo di sapori. Il primo piatto tradizionale del Natale a Parma sono gli anolini in brodo, seguiti da lessi o arrosti come secondo. Il pranzo di Natale si conclude con i dolci tradizionali: spongata, torrone, cioccolata, frutta secca. Un pranzo ricco e tipico che tradizionalmente si svolge in famiglia, attorno a lunghe tavolate di commensali, parenti, amici, conoscenti.

I parmigiani tornano a spendere per il Natale a tavola e la spesa media quest'anno sarà di 150 euro a famiglia secondo i dati di Federconsumatori. Il livello di inflazione a Parma, a novembre 2022, misurato tramite l'indice dei prezzi al consumo per l'intera collettività (Nic), cresce dell’11,1% su base tendenziale annua e diminuisce dello 0,3% su base congiunturale mensile (dopo il +3,9% di ottobre). Mara Colla, presidente di Federconsumatori Parma, fa un punto della situazione. "Normalmente un parmigiano spende 100 euro per le spese mensili. E' una spesa però che vede in prima linea alimenti come il pane, lo zucchero, i pomodori e il riso. La carne è esclusa da questa lista. Per Natale, ogni famiglia spenderà circa 150 euro". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anolini, bolliti, arrosto e pesce: a Natale ogni parmigiano spenderà mediamente 150 euro

ParmaToday è in caricamento