Assenteismo in Comune, la rabbia di Pizzarotti: "Casi indecenti che gettano cattiva luce su tutti i dipendenti"

Il commento del sindaco di Parma sulla vicenda del lavoratore denunciato per aver usufruito di permessi e malattie mentre si trovava in vacanza a Malattie e certificati medici falsi per andare in vacanza a Sharm El Sheik

Così il sindaco di Parma Pizzarotti commenta il caso di assenteismo relativo a un dipendente pubblico, pizzicato dalla Guardia di Finanza e di cui i quotidiani locali hanno dato notizia quest’oggi.

“Queste sono cose che fanno imbestialire tutti, giustamente. Altro che anni: in un’azienda privata l’inadeguatezza viene allontanata il giorno dopo. Leggere la notizia fa arrabbiare ancora di più perché casi indecenti di questo genere gettano cattiva luce su tutti i dipendenti comunali, che per Parma si fanno letteralmente in quattro con professionalità e competenza. Se siamo Capitale della Cultura è anche per merito della passione e dell'impegno dei nostri dipendenti pubblici. Sono episodi isolati a sporcare l’immagine delle amministrazioni pubbliche. Ci vorrebbero strumenti più efficaci nelle mani dei Comuni per anticipare comportamenti inaccettabili e menefreghisti, fermo restando che non è dell'amministrazione il compito del controllo. Da tempo i sindaci hanno proposto una riforma della pubblica amministrazione al servizio sia dell’efficienza che del cittadino. Ad oggi non se ne sa nulla di nulla. Ora sia fatta chiarezza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico scontro frontale tra auto e furgone a Parola: muore un 37enne

  • Terrore a Fidenza: rogo a bordo dell'autobus pieno di studenti

  • Tra mercatini di Natale, teatri, concerti e vin brulè: ricchissimo week end di dicembre

  • Choc a Langhirano: 59enne muore travolta da un'auto mentre va a prendere la corriera

  • Muore bimbo di 18 mesi: madre accusata di omicidio preterintenzionale

  • Polizia Locale: ecco la nuova tecnologia video installata sulle auto per un controllo a 360 gradi

Torna su
ParmaToday è in caricamento