Ausl, la neo commissaria Anna Maria Petrini fa visita a Fidenza

Nel corso dell'incontro grande attenzione al tema dello sviluppo futuro dei servizi

Primo incontro oggi tra l'amministrazione comunale e la neo commissaria alla guida dell'Azienda Usl di Parma Anna Maria Petrini, accompagnata dal Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Massimo Fabi e dal direttore del Distretto Ausl di Fidenza Andrea Deolmi. Ad accoglierli il Sindaco Andrea Massari, il Vicesindaco Davide Malvisi e l'Assessore alle Politiche Sociali Alessia Frangipane. 

Come sempre in questi casi si è trattato di un primo incontro conoscitivo nel corso del quale però il Sindaco Massari non ha rinunciato ad elencare i temi più importanti per Fidenza, a partire dai riflessi che la prossima unificazione delle due aziende sanitarie potrà avere sull'ospedale di Vaio e sui servizi. “In questi mesi ho seguito con interesse – ha spiegato il Sindaco – il dibattito nato attorno al progetto di fusione delle due aziende. Questa possibile e futura aggregazione deve assolutamente partire mettendo al centro i pazienti e i servizi diffusi a livello provinciale. Se saprà offrire un unico riferimento aziendale con un forte radicamento territoriale, fondato su funzioni diverse e complementari delle diverse strutture esistenti ecco che allora diventerà un'opportunità da cogliere”.

“Del resto – ha proseguito il Sindaco – proprio la gestione dell'emergenza Covid-19 ha messo in luce l'importanza di lavorare insieme e di avere ampi presidi efficienti sui territori, motivo per cui mi auguro che la fusione in atto vada proprio in questa direzione”. Per la commissaria Anna Maria Petrini e il Direttore Generale Massimo Fabi l'obiettivo dell'unificazione delle due aziende sanitarie è proprio quello auspicato dal Sindaco Andrea Massari, motivo per cui “ci sarà occasione per entrare nel merito delle questioni e lavorare insieme, nella consapevolezza che l'ospedale di Vaio è un bene prezioso non solo per questo territorio ma per l'intero sistema sanitario parmigiano”.
Altri temi toccati hanno riguardato la neonata Casa della Salute, il processo di accreditamento socio-sanitario e il miglioramento della rete dell'emergenza-urgenza, tutte questioni sulle quali ci si confronterà già a partire dalle prossime settimane.

L'incontro si è chiuso quindi con l'impegno reciproco già nelle prossime settimane a calendarizzare incontri e attività, con l'obiettivo di continuare ad offrire un servizio al cittadino sempre migliore ed efficiente valorizzando al contempo le risorse straordinarie di medici, infermieri e professionisti presenti sul territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoratori si ribellano: "Il 15 gennaio apriremo nonostante i divieti"

  • Le regole dopo il 15 gennaio: ecco quando si potrà andare a trovare parenti e amici

  • Ecco cosa si può fare da lunedì 11 gennaio a Parma

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Parma scongiura la zona rossa

  • Dal 16 gennaio Parma rischia la zona rossa

Torna su
ParmaToday è in caricamento