rotate-mobile
ParmaToday

ParmaToday

Redazione

Chiedilo a Parmatoday - "Perchè il Comune non incentiva l'uso dei mezzi pubblici per far arrivare i figli a scuola?"

La posta dei lettori: le vostre domande e curiosità su politica, sport, attualità e cronaca e le risposte della redazione

È nata da poco una nuova rubrica pensata solo per i lettori. Scriveteci le vostre domande e curiosità su politica, sport, attualità e cronaca. La redazione risponde. Segnalateci - utilizzando l'indirizzo mail parmatoday@citynews.it o la nostra fanpage di Facebook - i vostri quesiti, specificando che riguardano la rubrica 'Chiedilo a Parmatoday'. Riporteremo - ogni martedì e venerdì - le vostre domande e le risposte della redazione di Parmatoday. 

L'inquinamento veicolare e le misure per disincentivare l'uso delle auto private a favore dei mezzi pubblici. Per la rubrica 'Chiedilo a Parmatoday'  del 4 febbraio pubblichiamo la lettera del nostro lettore Stefano Zaetta 

LA LETTERA DI STEFANO - "Buongiorno, gradirei complimentarmi con la redazione per l'iniziativa offerta ai lettori, in quanto ritengo molto importante il poter ascoltare anche l'opinione dei cittadini e del loro punto di vista, perché l'informazione intesa come divulgazione delle notizie oggi è troppo a senso unico e dev'essere libera. Colgo l'occasione per commentare l'articolo di attualità di oggi "Mal d'aria 2023": cosciente della situazione nella pianura padana, osservo tutti i giorni i dati pubblicati da Arpae (purtroppo pubblicati con 2 giorni di ritardo), dal mio punto di vista sembra che l'unico colpevole sia l'automobile e non vengano considerati altri mezzi inquinanti, per cui i Comuni approfittano a tassare e limitare la loro circolazione. Ad esempio, dati alla mano, dal 17 al 30 gennaio, non ci sono superamenti della soglia pericolosa, ma il Comune comunque applica le limitazioni.

Restando sul tema delle autovetture, non comprendo ad esempio perché i figli debbano essere accompagnati e ritirati da scuola con i propri mezzi, causando notevoli ingorghi durante le ore di entrata e uscita. Perché il Comune non migliora i servizi di trasporto riducendo i costi per incentivare i genitori e inducendoli a far utilizzare i mezzi pubblici ai propri figli. Perché grandi aziende del comune di Parma non vengono incentivate a ridurre il traffico casa-lavoro attraverso i mezzi pubblici più capillari? In conclusione non condivido la politica di tassare continuamente i cittadini perché redditizio per il Comune, ma assolutamente in contrapposizione alla ricerca della soluzione e a vantaggio solo di certe classi sociali a cui non interessa l'argomento perchè hanno la disponibilità a mantenere le proprie abitudini. Ringrazio la redazione per l'opportunità, auspico che l'iniziativa rimanga libera, e possa fornire al vostro giornale nuove ispirazioni e opinioni su qualsiasi argomento senza censura"

La risposta della redazione di Parmatoday - Sicuramente quello dell'inquinamento è uno dei temi che più toccano i cittadini di Parma, soprattutto per quanto riguarda l'utilizzo delle auto e le limitazioni che sono sempre più restrittive, come per i diesel Euro 5. Il traffico veicolare è uno dei fattori più importanti che contribuiscono all'innalzamento dei livelli di Pm10 ma non è l'unico: l'ordinanza regionale prevede infatti altre azioni di contenimento dell'inquinamento, per quanto riguarda per esempio le caldaie. Per quanto riguarda l'incentivo all'utilizzo dei mezzi pubblici non possiamo che essere d'accordo. Facciamo notare che spesso sono anche le nostre abitudini ad incidere sulla realtà che viviamo. Temiamo che per molti genitori sia molto più comodo e 'sicuro' accompagnare direttamente il figlio a scuola in auto, magari con un Suv, creando caos e ingorghi ogni mattina. Sul tema del tragitto scuola-lavoro sono stati fatti passi importanti e sono stati sottoscritti accordi tra alcune aziende e il Comune proprio per incentivare l'utilizzo di mezzi alternativi all'auto privata per recarsi al lavoro. 


 

Si parla di

Chiedilo a Parmatoday - "Perchè il Comune non incentiva l'uso dei mezzi pubblici per far arrivare i figli a scuola?"

ParmaToday è in caricamento