rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Attualità

Bandoneon, ma chi è costui? I piccoli pazienti dell’Ospedale dei bambini alla scoperta di tanghi e milonghe

Francesco Bruno, correndo veloce sui tasti e aprendo e chiudendo quella piccola fisarmonica, ha proposto un viaggio nella musica argentina tra tango, valzer e milonga

Uno strumento strano ha fatto la sua comparsa questa mattina all’Ospedale dei bambini, uno strumento dal suono allegro e profondo mosso con sapienza dal musicista Francesco Bruno: il bandoneon. Dalle sue note è uscito il concerto "Bandoneón: il respiro di due continenti", un'occasione per conoscere uno strumento misterioso e affascinante che, nato nel contesto della musica popolare in Germania, è approdato in Sudamerica per diventare all'inizio del '900 l'anima del Tango Argentino.

Francesco Bruno, correndo veloce sui tasti e aprendo e chiudendo quella piccola fisarmonica, ha proposto un viaggio nella musica argentina tra tango, valzer e milonga sotto lo sguardo attento dei bambini che ascoltavano oltre la vetrata del reparto di Oncoematologia pediatrica. Dopo averlo suonato il musicista ha inoltre invitato i giovani spettatori a toccare con mano come è fatto il bandoneon, a osservarlo da vicino e a cimentarsi con i suoi tasti… per scoprire che non è affatto facile coordinare tutti quei movimenti insieme.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bandoneon, ma chi è costui? I piccoli pazienti dell’Ospedale dei bambini alla scoperta di tanghi e milonghe

ParmaToday è in caricamento