Bike to Shop: sconti se fai shopping in bici

Ecco come funziona il progetto

Forte del successo registrato lo scorso autunno, riparte l’iniziativa “Bike to Shop” promossa da Fiab-Parma (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) e realizzata in collaborazione con Ascom Parma, Confesercenti Parma e con il patrocinio del Comune di Parma con l’obiettivo di incentivare l’uso della bicicletta per fare shopping, coinvolgendo i negozi tradizionali e di vicinato della nostra città.  Il mezzo più amato dai parmigiani sarà infatti nuovamente il protagonista del progetto a favore della mobilità sostenibile che si svolgerà dal 12 aprile fino a tutto il mese di settembre.

“Shopping scontato, se usi la bicicletta. Dopo il successo dello scorso anno, ritorna questa bella iniziativa proposta da Fiab, Ascom e Confesercenti, sostenuta dal Comune di Parma con il patrocinio – ha affermato Tiziana Benassi, Assessore alle Politiche di Sostenibilità Ambientale e alla Viabilità del Comune di Parma - Un modo piacevole per riscoprire, in modo sostenibile, gli angoli più nascosti della città e beneficiare dei prezzi agevolati nei negozi aderenti. E se scegli il bike sharing, con la nuova APP, prendi la bici con un clic. Anche senza tessera e per gli utenti occasionali”.

“L’iniziativa darà ancora una volta la possibilità a chi farà i propri acquisti in bici di usufruire di uno sconto indicativo del 10% su prodotti selezionati nel circuito di negozi aderenti - ha spiegato Andrea Mozzarelli, Presidente FIAB Parma – Basterà esibire la tessera Fiab, Mi Muovo in Bici o Bike Sharing del Comune di Parma o dimostrare di aver parcheggiato la propria bici di fianco al negozio. Le attività commerciali del circuito saranno inoltre facilmente riconoscibili dalla vetrofania posta sulla vetrina nonché consultabili al sito www.biketoshop.it e sui canali di comunicazione di Associazioni e partner del progetto, tra cui i rispettivi siti internet e pagine Facebook. Mi fa inoltre piacere sottolineare che questa iniziativa, promossa a Parma lo scorso anno, è stata “esportata” in diversi altri comuni italiani, da Catania a Piacenza. Parma ha fatto scuola”.

“Forti dell’apprezzamento ricevuto nel mese di ottobre,- ha commentato Vittorio Dall’Aglio, Presidente Ascom Parma – abbiamo voluto riproporre l’iniziativa ai commercianti estendendo il periodo per oltre 5 mesi, dando così la possibilità a tutti i cittadini e non solo di poterne usufruire più a lungo. Anche in questa seconda edizione, sono ad oggi oltre un centinaio i punti vendita che hanno confermato la propria adesione ad un progetto che siamo orgogliosi di sostenere, perché sottolinea l’importanza sociale e commerciale dei negozi di vicinato”.

“L'importanza di Bike to Shop è confermata dal numero crescente di attività commerciali che hanno deciso di aderire a questa nuova edizione – conferma Francesca Chittolini, Presidente Confesercenti Parma - È un segnale confortante perché dimostra sensibilità, creatività e capacità propositiva dei negozianti, dal centro storico alla prima periferia. Ma c'è da sottolineare anche l'aspetto culturale di questa iniziativa, perché la bicicletta fa parte della vita quotidiana di molti parmigiani e Bike to Shop è un ulteriore incentivo all'uso delle due ruote, tra passeggiate, shopping e le bellezze della città”.

Potrebbe interessarti

  • Parma, tappa per BlaBlaBus: si viaggia in tutta Europa

  • Bere alcolici fa male: il vero sballo è dire no

  • Come pulire e igienizzarei bidoni della spazzatura

  • I 10 elementi che devono essere conservati fuori dal frigorifero

I più letti della settimana

  • Tragico schianto in moto contro l'ambulanza, il fidanzato muore: 27enne di Parma in prognosi riservata

  • Schianto tra due mezzi pesanti in A1: muore un camionista

  • Incidente in piscina: la 12enne parmigiana è morta

  • Tragedia a Colorno: ciclista 54enne cade sull'Asolana e muore

  • Pauroso schianto tra auto e bici a Noceto: 16enne gravissimo al Maggiore

  • Parma sotto choc per la morte di Sofia Bernkopf: "Una bambina che amava ballare e sorrideva a tutti"

Torna su
ParmaToday è in caricamento