rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Attualità

Borse di studio: nel parmense oltre 261 mila euro

L'assessore regionale Salomoni: “Come sempre garantiamo il sussidio al 100% degli studenti in linea con i requisiti”

Un impegno che cresce e si rafforza, anno dopo anno. Si allarga la platea degli studenti emiliano-romagnoli che usufruiscono di una borsa di studio: erano 18.374 nell’anno scolastico 2020-2021, saliranno a 20.241 quest’anno (+10,7%).

Ciò grazie a un finanziamento complessivo di 4,7 milioni tra risorse regionali e ministeriali, quasi 800 mila euro in più rispetto ai 3,9 milioni di euro dell’anno scorso, che permetterà di pagare le borse al 100% degli studenti in possesso dei requisiti di reddito richiesti.

È l’esito dei bandi varati sul finire dell’anno scorso con l’obiettivo di garantire il diritto allo studio di tutti, a partire dai meno abbienti, e contrastare l’abbandono scolastico. 

Delle oltre 20 mila borse di studio che saranno assegnate quest’anno in Emilia-Romagna, ben 10.672 - erano 9.712 nell’anno scolastico 2020-2021 - sono finanziate dalle casse regionali, per un importo totale di quasi 2,2 milioni di euro (+10%). Andranno a beneficio degli studenti iscritti al primo e secondo anno delle scuole secondarie e al secondo e terzo anno dei corsi di istruzione e formazione professionale.

Le restanti 9.669 borse, per un finanziamento di oltre 2,5 milioni di euro, saranno invece coperte con risorse messe a disposizione dal Ministero dell’Istruzione e destinate a tutti gli studenti emiliano-romagnoli idonei che frequentano l’ultimo triennio di licei, istituti tecnici e professionali. 

“Ancora una volta, attraverso uno stanziamento che si rafforza anno dopo anno, garantiamo il 100% delle borse di studio agli studenti che ne hanno i requisiti, con un’attenzione particolare ai più meritevoli e ai diversamente abili- sottolinea l’assessore regionale alla Scuola, Paola Salomoni-. Un impegno importante da parte della Regione, che investe sulla scuola a 360 gradi, dalle borse di studio al trasporto all’edilizia scolastica, per assicurare il pieno diritto all’istruzione e pari opportunità a tutti gli studenti e le studentesse, garantendo omogeneità di trattamento sull’intero territorio regionale. Anche per quest’anno dunque abbiamo deciso di aumentare le risorse finanziare per poter dare risposta al numero crescente di richieste e far sì che nessuno dei ragazzi e delle ragazze che ne hanno diritto rimanga escluso”.

A queste risorse si aggiungono 2 milioni e 250mila euro ripartiti sul territorio sempre con una delibera di Giunta, destinati a finanziare il servizio di trasporto scolastico per il prossimo anno 2022/2023

L’importo unitario e le modalità di erogazione 

Con una delibera approvata in questi giorni dalla Giunta regionale viene confermato in 183 euro il valore unitario di base delle borse di studio regionali per l’anno scolastico in corso; cifra che sale a 229 euro (+25%) per gli studenti meritevoli, cioè con una media dei voti superiore a 7, e per quelli con disabilità. Il valore unitario degli assegni ministeriali è invece di 261,80 euro, uguale per tutti.

La soglia di reddito famigliare Isee per beneficiare delle borse di studio è fissata in 15.748 euro annui.

Le 10.762 borse di studio finanziate dalla Regione saranno erogate dalle Province e dalla Città Metropolitana di Bologna. Per quelle ministeriali la Regione fornirà l’elenco dei beneficiari stilati dalle Province e dalla Città Metropolitana di Bologna al Ministero dell’Istruzione, che provvederà direttamente alla liquidazione delle somme mediante bonifici bancari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borse di studio: nel parmense oltre 261 mila euro

ParmaToday è in caricamento