Attualità

Caldo: nel fine settimana a Parma oltre 36 gradi

Ecco un vademecum con gli accorgimenti principali per affrontare le ondate di calore

Nel fine settimana il grande caldo tornerà a farsi sentire anche nella nostra città. Secondo le previsioni dei metereologi infatti si toccheranno i 36 gradi, con punte che si avvicineranno anche ai 40 gradi. 

IL VADEMECUM 

Consigli generali
Una serie di semplici abitudini e precauzioni, adottate dalla popolazione, possono contribuire notevolmente a ridurre gli effetti
nocivi delle ondate di calore sulla salute.

Uscire di casa nelle ore meno calde della giornata
Evitare di uscire di casa nelle ore più calde, cioè dalle 11 alle 18.
In questa fascia oraria è sconsigliato, a bambini molto piccoli, anziani, persone non autosufficienti o persone convalescenti, l’accesso alle aree particolarmente trafficate, ma anche ai parchi e alle aree verdi dei grandi centri urbani dove va a concentrarsi l’ozono prodotto dai gas di scarico delle automobili e dall’industria.

Durante le ondate di calore i valori limite di questo gas inquinante vengono spesso superati con conseguenze sulla salute della popolazione e, in particolare, sulle persone con malattie respiratorie o asma. L’ozono, infatti, ha un effetto irritante sulle mucose e aumenta la reattività a pollini e muffe. Inoltre, devono evitare l’attività fisica intensa all’aria aperta durante gli
orari più caldi della giornata anche atleti professionisti e dilettanti. 

Indossare un abbigliamento leggero e comodo. Sia in casa che all’aperto, indossare indumenti leggeri, non aderenti, di cotone o lino. Fuori di casa, è anche utile proteggere la testa dal sole diretto con un cappello leggero di colore chiaro e gli occhi con occhiali da sole. È importante proteggere la pelle dalle scottature con creme solari ad alto fattore protettivo. Se si ha un familiare malato e costretto a letto, assicurarsi che non sia troppo coperto.

Adottare alcune precauzioni se si esce in macchina 

? Non lasciare mai persone o animali, anche se per poco tempo, nella macchina parcheggiata al sole.
? Se si entra in un’autovettura che è rimasta parcheggiata al sole, per prima cosa aprire gli sportelli per ventilare l’abitacolo e poi, iniziare il viaggio con i finestrini aperti o utilizzare il sistema di climatizzazione dell’auto per abbassare la temperatura interna. Attenzione anche ai seggiolini di sicurezza per i bambini: prima di sistemarli sul sedile verificare che non sia surriscaldato.

COME VINCERE IL CALDO ESTATE SICURA

I viaggi in auto vanno affrontati cercando di minimizzare le occasioni di disagio

Se l’automobile è dotata di un impianto di climatizzazione, regolare la temperatura in modo che ci sia una differenza
non superiore ai 5°C tra l’interno e l’esterno dell’abitacolo. Evitare di orientare le bocchette della climatizzazione
direttamente sui passeggeri Se l’auto non è dotata di impianto di climatizzazione, evitare di mettersi in viaggio durante le ore più calde della giornata (dalle ore 11 alle 18)

Usare tendine parasole
Prima di mettersi in viaggio, aggiornarsi sulla situazione del traffico, per evitare lunghe code sotto il sole,
e sistemare in macchina una scorta d’acqua che può essere utile nel caso di code o file impreviste
Durante le soste evitare di mangiare troppo rapidamente, evitare pasti pesanti e, soprattutto, bevande alcoliche
Non lasciare farmaci in auto soprattutto d’estate. Quando si viaggia evitare di riporre i farmaci in valigia,
che potrebbe restare esposta al sole o ad alte temperature, ma preferire il trasporto con bagaglio a mano

ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO
9
Quando fa molto caldo: ? tenere chiuse le finestre
di giorno e aprirle di notte
? oscurare i vetri delle finestre esposte al sole
? la temperatura ideale della casa è di 24-26°C, anche se si usa il climatizzatore

Rinfrescare l’ambiente domestico e di lavoro I principali strumenti per il controllo della temperatura sono le
schermature, l’isolamento termico e il condizionamento dell’aria. Una misura facilmente adottabile in casa è la schermatura delle
finestre esposte al sole diretto mediante tende o oscuranti esterni regolabili (per esempio persiane o veneziane).
Un accorgimento utile per mantenere l’ambiente domestico più fresco è: aprire le finestre al mattino presto, la sera tardi e durante
la notte per fare entrare l’aria fresca, e tenere chiuse le finestre di giorno per tutto il tempo in cui la temperatura esterna è più alta
della temperatura interna all’appartamento.

Climatizzatori, occorre utilizzare alcune precauzioni 
? Oltre a una regolare manutenzione dei filtri, si raccomanda di evitare di regolare la temperatura a valori troppo bassi rispetto alla
temperatura esterna.

? La temperatura ideale nell’ambiente domestico per il benessere fisiologico è di 24-26°C.

? Si raccomanda, inoltre, di mantenere chiuse le finestre durante il funzionamento dei climatizzatori, utilizzando protezioni oscuranti alle finestre dei locali condizionati. Sarebbe inoltre consigliabile evitare di utilizzare contemporaneamente il forno e altri elettrodomestici che producono calore (fornelli, ferro da stiro, phon, ecc.).

Una temperatura interna ideale, con un basso tasso di umidità, garantisce il benessere e non espone a bruschi sbalzi termici rispetto all’esterno. 

? È comunque buona regola coprirsi ogni volta che si deve passare da un ambiente caldo a uno più freddo e ventilato, soprattutto
se si soffre di una malattia respiratoria. Nelle aree caratterizzate principalmente da un elevato tasso di umidità, senza valori particolarmente alti di temperatura, può essere sufficiente in alternativa al condizionatore l’uso del deumidificatore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caldo: nel fine settimana a Parma oltre 36 gradi

ParmaToday è in caricamento