menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carlo Cracco, Pizzarotti e l'assessore Casa hanno presentato Settembre Gastronomico

Presentato ufficialmente il programma della kermesse centrata sul food che animerà Parma per tutto il mese di settembre

È stato presentato ufficialmente questa mattina, giovedì 30 agosto, presso il Teatro Regio di Parma il programma di “Settembre Gastronomico”: si tratta di un format “pilota”, che fa leva sul brand UNESCO Creative City of Gastronomy conquistato da Parma, prima città italiana, a fine 2015. L’idea è quella di trasformare Parma nel paradiso indiscusso dei foodie per l’intero mese di settembre, tradizionalmente ricco di appuntamenti, dal Festival del Prosciutto di Parma al Tomaca Fest, da Caseifici Aperti a Pastaria: il tutto creando una cornice anche concettuale tra questi eventi, costellata da Open Day in azienda, visite ai Musei del Cibo, laboratori didattici per i più giovani ed eventi, come la “Cena dei Mille” e “Giardini Gourmet”. “La parola chiave di questa iniziativa e “sistema” ha esordito l’Assessore Cristiano Casa nell’affollata conferenza stampa presso il Ridotto del Teatro Regio “Sistema che comprende competenze, produzioni e filiere che vanno dall’ittica al latte, dal prosciutto alla pasta. Dall’avvio con Cibus Off, nel maggio scorso, il nostro impegno è quello di creare e proporre eventi facciano crescere un brand Parma che proponga ai visitatori la possibilità di perdersi nelle sue bellezze artistiche, ma anche di godere delle eccellenze che producono i nostri cuochi”. Il tratto distintivo di “Settembre Gastronomico”, che si inserisce nel quadro di attività di

Destinazione Turistica Emilia e vuole essere una tappa nel percorso di avvicinamento al 2020, quando Parma avrà l’onore di essere Capitale Italiana della Cultura, è la sua natura di progetto corale: “Settembre Gastronomico” è infatti promosso dal Comune di Parma e dalla Fondazione Parma UNESCO City of Gastronomy, sotto la regia di Parma Alimentare e dell’associazione “Parma, io ci sto!”. Dal punto di vista organizzativo Luca Viriginio di Parma io ci sto! Ha sottolineato come la cabina di regia che unisce le energie del territorio abbia l’obiettivo “di comunicare la straordinaria ricchezza del nostro territorio”, mentre Cesare Azzali direttore Unione Parmense degli Industriali di Parma ha detto come l’Unione sia al fianco di questa iniziativa “per sviluppare e consolidare una tradizione, per arrivare a dare a Parma un ruolo europeo in termini di produzioni, di prodotti e di filiere e un riferimento sempre più ampio in ambito food”. Il Settembre gastronomico si avvale della collaborazione con Consorzi di Tutela come quelli del Parmigiano Reggiano DOP e del Prosciutto di Parma DOP e con importanti aziende alimentari, dalla Barilla, primo player mondiale nella produzione di pasta, a Mutti e Rodolfi Mansueto, impegnate nella lavorazione dell’Oro Rosso parmense (il pomodoro da conserve), da Parmalat, colosso del settore lattiero-caseario e al network di imprese riunite sotto il brand “Le Alici a Parma”, quindi Delicius Rizzoli, L’Isola D’Oro, Rizzoli Emanuelli e Zarotti. In prima linea nella riuscita di “Settembre Gastronomico” sono anche lo chef

Massimo Spigaroli, Presidente della Fondazione Parma UNESCO City of Gastronomy e Presidente di Chef To Chef, l’associazione che riunisce i 50 top chef dell’Emilia-Romagna, e Parma Quality Restaurants, il consorzio presieduto da Enrico Bergonzi che, con la sua trentina di associati, rappresenta la migliore espressione della cucina parmense d’autore, che durante la conferenza stampa hanno illustrato il prelibato menu’ a base di prodotti tipici. I piatti realizzati e creati in esclusiva per la “Cena dei Mille”, verranno adottati nelle proposte dei ristoranti del territorio.

SETTEMBRE GASTRONOMICO: IL PENSIERO DI FEDERICO PIZZAROTTI, SINDACO DI PARMA
Valorizzare un patrimonio unico al mondo di eccellenze gastronomiche; fare cultura su produzioni che sono retaggio di tradizioni secolari e di un know-how che solo i parmigiani possiedono e custodiscono gelosamente; promuovere il brand Parma come destinazione turistica foodie. Si può riassumere in questi tre punti la mission del progetto “Settembre Gastronomico”. Come ha spiegato il Sindaco di Parma, Federico Pizzarotti: «Sono orgoglioso di ‘Settembre Gastronomico’. E un esempio virtuoso della collaborazione tra Istituzioni e realtà impegnate nella promozione della cultura gastronomica locale: dalla Fondazione Parma Unesco City of Gastronomy ai Consorzi di Tutela e alle numerose e importanti aziende alimentari, associazioni e ristoratori che quotidianamente producono e fanno conoscere i nostri prodotti. Questa rete, il lavoro di emporio solidale, la collaborazione con le città vicine sono un modello a cui molti stanno guardando, a cui si stanno ispirando. Settembre Gastronomico rappresenta un’occasione in cui Parma parla di sé, mostrando orgogliosa le sue eccellenze, senza perdere umiltà. La Cabina di Regia, impegnata a coordinare e realizzare un calendario condiviso che vede le attività legate a Destinazione Turistica Emilia. Un Settembre per tutti che offrirà un racconto della città attraverso il patrimonio di tutto il territorio, e permetterà ad appassionati e curiosi di gustare sapori della nostra tradizione e di conoscere la passione che da sempre contraddistingue le nostre filiere, che hanno portato nel mondo il nome di Parma». Con lo stesso pensiero Natalia Maramotti Presidente di Destinazione Emilia “devo ringraziare Parma per questa serie poderosa di eventi e la sua generosità. Parma ha voluto condividere la supremazia riconosciuta in campo gastronomico e culturale con le città vicine. Una scelta affatto scontata. Settembre Gastronomico ci porta verso un’Emilia 2020 e valorizza la sussidiarietà tra le città di Parma, Reggio Emilia e Piacenza”. La conferenza stampa di “Settembre Gastronomico” è stata l’occasione anche per presentare il programma, ricchissimo, della prima settimana della kermesse.

CENA DEI MILLE
Tra gli appuntamenti più attesi della kermesse “Settembre Gastronomico” c’è sicuramente la “Cena dei Mille”, che martedì 4 settembre trasformerà il centro storico di Parma in un suggestivo ristorante sotto le stelle. Mille gli ospiti attesi, per una tavolata record che si svilupperà per 400 metri tra Piazza Garibaldi e Strada Repubblica. C’è grande curiosità per il menu studiato dallo chef stellato Massimo Spigaroli e dai ristoratori di Parma Quality Restaurants: in particolare, molto atteso è lo “Scrigno di Parma”, una sfoglia che custodisce ravioli ripieni di pomodoro, Parmigiano Reggiano DOP e una fonduta di caciotta di Vacca Rossa di Urzano, che si candida a diventare un nuovo “classico” della cucina parmense. A partire dalla sera della “Cena dei Mille”, lo “Scrigno di Parma” entrerà stabilmente nella carta dei ristoranti associati al circuito Parma Quality Restaurants.

A coadiuvare gli chef “di casa” sarà una rappresentanza di Chef To Chef, con i piacentini Isa Mazzocchi e Filippo Chiappini Dattilo e i reggiani Gianni D’Amato e Andrea Incerti Vezzani. Infine, la “Cena dei Mille” vedrà impegnata ai fornelli una guest star come lo chef stellato Carlo Cracco, che proporrà il dessert “Dolce Ricordo di Parma”. È importante ricordare la finalità benefica della “Cena dei Mille”, che andrà a finanziare l’Emporio Solidale di Parma: un progetto che nasce come risposta alla crisi economica e sociale che negli ultimi anni non ha risparmiato neppure il territorio di Parma, con numerose famiglie in condizioni di fragilità e povertà. Attualmente l’Emporio Solidale di Parma, gestito da 11 associazioni di volontariato (per un totale di 50 persone e di oltre 17.000 ore annue di servizio), aiuta più di 1.000 famiglie, per un totale di 3.500 persone: nel corso del 2017, grazie a piccole e grandi donazioni, l’Emporio ha distribuito generi alimentari per oltre 3 milioni di euro. I biglietti per partecipare alla “Cena dei Mille”, al costo di 85 euro + diritti di prevendita, sono disponibili sul circuito VivaTicket.it e sul sito Web ParmaCityOfGastronomy.it.

IL RICONOSCIMENTO A CARLO CRACCO
Guest star ai fornelli per la 'Cena dei Mille'; sarà lo chef stellato Carlo Cracco che proporrà una sua creazione: un dessert ispirato alla tradizione culinaria della città di Parma con un  tocco di creatività. Lo chef, nel pomeriggio in Sala del Consiglio riceverà dal sindaco Federico Pizzarotti e dall’Assessore al Turismo e al Progetto UNESCO Cristiano Casa il riconoscimento “Parma Città Creativa della Gastronomia”. Un riconoscimento alle migliori espressioni creative della cultura gastronomica e quella di Cracco la rappresenta pienamente. Cracco è il terzo illustre rappresentante della cultura creativa gastronomica a ricevere il riconoscimento prima di lui Richard Geoffroy, Chef de Cave, di Don Pérignon e Riccardo Monco executive chef della tristellata Enoteca Pinchiorri di Firenze. Carlo Cracco chef vicentino di fama mondiale insignito da stella Michelin, forgia la sua formazioni con Gualtiero Marchesi da cui riceve insegnamento e stima, oltre alle esperienze lavorative in Francia da Alain Ducasse e Lucas Carton. 'La Meridiana Relais Chateau” 'Enoteca Pinchiorri' 'Albereta'. 'Le Clivie' sono alcuni dei locali di alta cucina che lo hanno visto protagonista. Poi la tv primo fra tutti il reality Masterchef Italia, e in ultimo dal 2018 è al timone del ristorante in Galleria nel centro di Milano.

Chef Cracco sarà anche l’autore del dessert che concluderà la Cena dei Mille del 4 settembre. Dal vivo porterà sulla tavola nel cuore di Parma un dolce realizzato appositamente per l’iniziativa. “Sono orgoglioso di poter rappresentare una città come Parma. Ci vuole coraggio a realizzare un programma così corposo come quello che verrà proposto il prossimo settembre. Sarà bello vedere la città coinvolta, più saremo meglio sarà. In queste occasioni si crea un clima particolare. Il mio dolce sarà la rivisitazione di un dolce che mangiavo, solo a Parma, anni fa. Un ricordo, un omaggio ad una città, ad un territorio che guarda il mondo“. Oltre al dessert firmato dallo chef, ogni commensale della cena del 4 settembre riceverà un piatto ad edizione limitata realizzato da Bormioli Rocco.

GIARDINI GOURMET
Sempre la prima settimana di “Settembre Gastronomico” vedrà ai nastri di partenza il progetto “Giardini Gourmet”, che, ogni venerdì del mese (7, 14, 21 e 28 settembre), si prefigge di far conoscere al grande pubblico gli incantevoli giardini di cui Parma è disseminata, proponendo un connubio con musica di qualità, in omaggio alla vocazione musicale parmense (qui sono nati Maestri come Giuseppe Verdi e Arturo Toscanini), e offerta gastronomica d’eccellenza. La firma in cucina sull’evento è di Parma Quality Restaurants, con il coinvolgimento di importanti aziende e Consorzi di Tutela. La serata inaugurale di “Giardini Gourmet”, che si configura come un vero e proprio walking tour, muoverà dal Giardino di Palazzo Soragna, per poi toccare il giardino del complesso storico delle Orsoline e per concludersi presso l’Orto Botanico dell’Università di Parma. Il fil rouge gastronomico della serata del 7 settembre sarà il Prosciutto di Parma DOP; gli appuntamenti successivi saranno dedicati, nell’ordine, al pomodoro (14 settembre), alle alici e alla pasta (21 settembre) e al Parmigiano Reggiano DOP (28 settembre). La partecipazione alle serate di “Giardini Gourmet”, che si svolgeranno anche in caso di maltempo, è esclusivamente su prenotazione, per un massimo di 100 ospiti a evento. Il costo è di 35 euro a persona, più diritti di prevendita: i biglietti sono acquistabili online sul circuito VivaTicket.

FESTIVAL DEL PROSCIUTTO DI PARMA
L’onore di aprire “Settembre Gastronomico” spetta al Festival del Prosciutto di Parma, che festeggia quest’anno la sua XXI edizione. Tra Parma e Langhirano, dall’1 al 9 settembre, sarà celebrato il Re dei Prosciutti, eccellenza assoluta del made-in-Italy agroalimentare: tante le iniziative in programma, mirate a valorizzare la DOP Prosciutto di Parma a partire dal legame imprescindibile con il suo territorio. A tagliare ufficialmente il nastro della manifestazione, venerdì 31 agosto, sarà lo chef stellato Andrea Berton. Il giorno successivo a fare visita alla Cittadella del Prosciutto di Parma a Langhirano sarà un altro astro dell’Olimpo gastronomico Michelin, chef Davide Oldani. Non mancherà un momento musicale, con il live di Ermal Meta, vincitore dell’ultimo Festival di Sanremo. I Portici del Grano, in piazza Garibaldi, a Parma, ospiteranno il Bistrot del Prosciutto di Parma dal 1 al 9 settembre, con degustazioni quotidiane di diverse stagionature e varie proposte di abbinamenti in cucina. Altro appuntamento imperdibile è quello con “Finestre Aperte”: fino al weekend del 15 e 16
settembre, i prosciuttifici spalancheranno le loro porte ai visitatori, mostrando come le cosce di suino diventano Prosciutto di Parma DOP. Per info: www.festivaldelprosciuttodiparma.com

TOMACA FESTIVAL
Concomitante con l’apertura del Festival del Prosciutto è il Tomaca Fest, l’evento celebrativo dedicato all’Oro Rosso (in dialetto parmense, tomaca = pomodoro), giunto quest’anno alla sua terza edizione: questo festival intende mettere in luce la consolidata tradizione conserviera del territorio di Parma, dove il pomodoro è uno dei pilastri agro-industriali, come testimonia la presenza di realtà leader come Mutti e Rodolfi Mansueto. Appuntamento tra Collecchio e Parma sabato 1 e domenica 2 settembre. Da segnalare: la mostra pomologica, con oltre 100 varietà di pomodoro, organizzata in Piazza Garibaldi a Parma dall’Azienda Agraria Sperimentale Stuard; il convegno “Pomodoro e Acqua”, che affronta la questione di un approvvigionamento idrico responsabile della filiera, attraverso interventi infrastrutturali (tra le voci che interverranno a Collecchio, anche l’Assessore Regionale
all’Agricoltura Simona Caselli); le visite guidate al Museo del Pomodoro; e il “Porte Aperte in Azienda”, con la possibilità di visitare lo stabilimento produttivo di Rodolfi Mansueto a Collecchio sia l’1 che il 2 settembre, alle h 9:30, 11:30, 14:30 e 16:30. Per info: https://tinyurl.com/yc83xbx9.

EVENTI FOOD LUNGO LA VIA EMILIA
“Settembre Gastronomico”, con la sua variegata offerta di iniziative, va ad arricchire il programma di eventi gastronomici previsti in Emilia-Romagna nel mese di settembre. Tra gli appuntamenti più significativi promossi da Destinazione Turistica Emilia figurano, in territorio reggiano, la “Passeggiata Gastronomica” in occasione della Festa della Giareda (Reggio Emilia, 4-9 settembre) e “Agripride” (Reggio Emilia, 29-30 settembre). Nel Piacentino, invece, da segnalare “Coppa d’Oro” e “Piacenza un mare di sapori” (Piacenza, 27-29 settembre) e “Valtidone Wine Festival” (dal 2 al 23 settembre, nei Comuni della Val Tidone).

LABORATORI DIDATTICI GIOCAMPUS
I giovani di oggi sono i consumatori pensanti del futuro: per questo il programma di “Settembre Gastronomico” è impreziosito già a partire dalla prima settimana da laboratori didattici per bambini e ragazzi, che Giocampus Estate curerà presso il Campus Universitario, Parco Area della Scienze 105/A. L’idea è quella di promuovere abitudini alimentari sane con la formula dell’edutainment, abbinando quindi momenti di lezione e scoperta ad altri di gioco/divertimento/movimento. Dal 3 al 7 settembre, i laboratori curati dagli educatori di Giocampus Estate si focalizzeranno sul latte, sul Parmigiano Reggiano, sulla pasta, sul pesce e sul pomodoro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, salgono i contagi: quasi 200 in 24 ore

  • Cronaca

    Parma torna arancione: ecco cosa cambia da lunedì

  • Cronaca

    Vaccino: al via le prenotazioni per chi ha dai 70 ai 74 anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento