Venerdì, 25 Giugno 2021
Attualità

Casa della Salute di Monchio: confermato il finanziamento regionale di 500mila euro

Dalla Regione Emilia-Romagna l’investimento necessario alla realizzazione dell’edificio nel comune del crinale appenninico

Un nuovo e significativo passo avanti per la realizzazione della Casa della salute di Monchio delle Corti. È stato confermato il finanziamento di 500mila euro da parte della Regione Emilia-Romagna, in prima linea per il reperimento delle risorse: grazie a questo investimento diventerà così realtà il progetto per una nuova struttura dedicata alla sanità di base ed alla medicina territoriale nel comune della Val Cedra. Infatti, la Casa della salute, voluta grazie all’intesa tra Regione Emilia-Romagna, Azienda Usl di Parma e sindaci del territorio, amplierà l’offerta dei servizi territoriali, insieme all’attivazione dei posti letto di cure intermedie presso la casa residenza anziani “Val Cedra”.

“Un investimento fondamentale nell’ambito della sanità parmense, per garantire ulteriori servizi sociosanitari e assistenziali in un comune del crinale – spiegano l’assessora a Montagna, parchi e forestazione Barbara Lori e l’assessore alle Politiche per la Salute della Regione Emilia-Romagna Raffaele Donini -. La realizzazione di questa struttura è un traguardo importante al quale, come assessori regionali alla Montagna e alla Salute, abbiamo lavorato con impegno e per mesi. La Casa della salute fornisce un servizio essenziale e va nella direzione di potenziare sempre di più i servizi di prossimità, ma al contempo è un presidio all’avanguardia per un territorio che, come Emilia-Romagna, vogliamo rilanciare e valorizzare anche col potenziamento dei servizi nelle aree montane e interne. Le risorse regionali, rese disponibili dalla manovra di assestamento al Bilancio 2020, consentiranno di procedere rapidamente all’avvio del cantiere. L’Ausl di Parma è da sempre all’avanguardia sul fronte delle Case della Salute: ne ha già attive 22 (erano 16 nel 2015), e altre due, quella di Salsomaggiore Terme e Fornovo di Taro, di imminente attivazione, ed entro il triennio ne sono previste altre 6, tra cui appunto quella di Monchio. In Regione, sempre nel prossimo triennio è prevista l’attivazione di 34 ulteriori case della salute che andranno a sommarsi alle attuali 124. Se si pensa che erano 79 nel 2015, in meno di 10 anni saranno quasi raddoppiate”.

“E’ una soddisfazione la conferma del finanziamento per la realizzazione della Casa della Salute a Monchio.– ha commentato la Commissaria straordinaria dell’Azienda Usl di Parma Anna Maria Petrini– Grazie all’impegno della Regione e dei sindaci del territorio, ora possiamo concretamente inserire tra le progettualità aziendali anche questa struttura con la quale entro la primavera del 2023 amplieremo l’offerta dei servizi per la salute della popolazione in un’ area importante dell’appennino parmense.”
Si tratta di una struttura in cui troveranno spazio gli ambulatori dei due medici di medicina generale operanti nel territorio, l’ambulatorio dell’infermiere domiciliare, il punto prelievi, un ambulatorio multifunzione e lo studio dell’assistente sociale. Inoltre, si prevede l’implementazione del progetto attraverso lo sviluppo della telemedicina come strumento innovativo di miglioramento dell’assistenza delle comunità alloggio e degli appartamenti protetti.
"Un passo significativo verso l'attuazione del programma di ulteriore qualificazione dei servizi nel nostro distretto. - ha aggiunto Aldo Spina, presidente del Comitato di Distretto Sud-Est - Medicina d'iniziativa e percorsi multidisciplinari di prevenzione e cura potranno diventare realtà, grazie alla nuova struttura ed a tecnologie e organizzazione del lavoro innovative."
L’intervento è interamente finanziato attraverso risorse regionali rese disponibili dalla manovra di assestamento al Bilancio Regionale 2020 ed assegnate all’Azienda USL di Parma; la progettazione esecutiva sarà completata entro l’autunno 2021, mentre la fine dei lavori, tenuto conto anche dei tempi di affidamento dell’appalto, è prevista entro la primavera del 2023.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa della Salute di Monchio: confermato il finanziamento regionale di 500mila euro

ParmaToday è in caricamento