menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Casa gongola: "Turismo, che numeri"

L'assessore: "Vogliamo far crescere l'immagine di Parma"

"La nostra strategia è sempre stata quella di valorizzare l’immagine di Parma nella sua interezza, senza fermarci ai confini del nostro territorio. Questa terra ha un potenziale straordinario e, spesso, ancora inespresso. I vari operatori turistici contribuiscono costantemente alla sua scoperta con l’obiettivo di fornire spunti e suggestioni che permettano ai visitatori di allungare i giorni di permanenza”, Cristiano Casa, assessore al Turismo, commenta così i dati che vedono la crescita di Parma al pari con quelle di città più grandi e, generalmente, frequentate da turisti.

Scendendo ancora più nel dettaglio ed analizzando le cifre della sola città di Parma, a crescere sono gli arrivi (225.000 gli italiani e 150.000 gli stranieri) con un totale di 375.000 turisti che significano un 5,2% in più. Positivo anche il dato dei pernottamenti: gli italiani sono stati 434.548 (+8,2%), mentre gli stranieri sono stati 295.355. Quest’ultimo dato equivale ad un gratificante +12,9 %. La somma, fra numeri italiani ed esteri, porta ad un totale di 729.903 pernottamenti in città e fa segnare quel 10% in più da cui ripartire, progettando il futuro.  

PRIMAVERA ED AUTUNNO SUPER STAR, ESTATE IN CRESCITA

Analizzando, invece, i flussi turistici secondo la stagionalità, per Parma capoluogo, sono due i dati da rilevare.  Il primo è una conferma: come da tradizione, primavera ed autunno sono le stagioni più appetibili per un tour. Per visitare la città sono i mesi di ottobre, maggio, aprile, marzo e novembre a centrare le prime cinque posizioni della 'classifica'.

Sono, però, i dati dell’estate a sorprendere e a far ben sperare per sfatare il vecchio adagio di una città “chiusa per ferie”: agosto, infatti, nel 2018 ha registrato due chiari segni positivi con il 10,8% in più di turisti e il 16,5% in più di pernottamenti.

Un'altra conferma riguarda i Paesi da cui storicamente arriva il maggior numero di visitatori. Se gli Stati Uniti totalizzano un 28% di pernottamenti in più, Francia, Germania, Svizzera, Austria – da sempre i maggiori estimatori di Parma e della sua provincia - nel 2018, hanno fatto segnare un incremento degli arrivi del 21%.  

“Per vicinanza culturale e geografica questi Paesi rappresentano da tempo l’obiettivo della nostra strategia di promozione – conclude l’assessore Cristiano Casa –. Continueremo a lavorare per far crescere l’immagine di Parma proprio in questi mercati strategici e abbiamo, fra l’altro, previsto ad inizio marzo un’azione specifica sulla Svizzera Tedesca.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccino dai 60 ai 64 anni: a Parma 7.400 prenotazioni

Attualità

L'11 Maggio passa il Giro

Ultime di Oggi
  • Sport

    Troppa Atalanta, il Parma si arrende: manita di Gasp, altro schiaffo

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 86 casi e un decesso

  • Cronaca

    Parma, sì ad altre riaperture. E da metà maggio coprifuoco posticipato

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento