Casi di virus della leucemia felina: il Comune chiude il gattile “Garfield e Aristogatti”

I gatti contagiati verranno separati da quelli negativi al test

L'Amministrazione Comunale comunica la necessaria chiusura temporanea degli accessi al gattile comunale “Garfield” e all’area libera del gattile sanitario “Aristogatti”, collocati al Polo Integrato degli animali di affezione di via Melvin Jones 19/a, dopo la registrazione di alcuni casi di FeLV (Virus della Leucemia Felina) nei gatti ospitati in struttura. 

Le strutture rimarranno chiuse fino a risoluzione e regolarizzazione della situazione, prevista in circa 2 mesi e comunque nel minor tempo possibile, continuando ad assicurare solo gli ingressi sanitari strettamente previsti per legge.

Questo provvedimento permetterà di attuare ogni procedura indispensabile a effettuare le analisi del caso, mirate a separare gli animali contagiati da quelli negativi, ristabilendo in questo modo il corretto stato di tutela e benessere di tutta la comunità felina ospitata. 

La malattia è infatti contagiosa e non curabile, motivo per cui il Comune di Parma si è sempre impegnato a garantire l’effettuazione di specifici test in tutti i gatti in ingresso in struttura. In questo specifico caso si presume che qualche gatto abbia sviluppato la malattia conclamata successivamente al test: questo spiega come non sia stato possibile accorgersi immediatamente della positività dei soggetti.

Attraverso specifiche procedure straordinarie si provvederà a testare tutti gli animali attualmente presenti nei due gattili per avere un quadro chiaro della situazione e risolverla in tempi certi.

Per questo motivo, con il sostegno del parere della Direzione sanitaria del Polo, l'Amministrazione Comunale ha ritenuto opportuno chiudere la struttura temporaneamente a nuovi ingressi, con eccezione per gli animali feriti, incidentati e gravemente malati o comunque non autosufficienti ai quali verrà garantita totale assistenza come sempre. 

Per quanto riguarda altre condizioni specifiche si valuterà comunque caso per caso, nella consapevolezza della disponibilità di Gestore e Sanitari del Polo, pronti a prodigarsi per tentare di offrire soluzioni alternative, confidando, in questo periodo particolare, nella comprensione e nella solidarietà della Cittadinanza e delle Associazioni attive nel nostro Comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

Torna su
ParmaToday è in caricamento