Centro cure progressive di Langhirano: due gazebo per ringraziare gli operatori anti Covid

Le due strutture sono state donate dai dipendenti Ausl

Festa di fine estate al Centro cure progressive Pietro Coruzzi di Langhirano con una doppia connotazione: l’inaugurazione di due gazebo, acquistati grazie alle donazioni dei dipendenti Ausl del distretto Sud-Est e posizionati nel giardino della struttura, e l’occasione per ringraziare l’équipe  medico-sanitaria del Centro che ospita pazienti particolarmente fragili e vulnerabili.

“Protagonisti”, “cammino”, “emozioni”: sono queste alcune delle parole chiave che hanno ispirato l’evento “Musiche e parole in giardino”, mercoledì 9 settembre al Centro cure progressive, con protagonisti della giornata sono stati  proprio gli operatori della struttura. Grazie alla loro generosità e sensibilità, infatti, è stato possibile dotare la struttura di due gazebo, che consentiranno ai pazienti di incontrare i familiari all’esterno in sicurezza e di poter concedersi piacevoli momenti di vita all’aperto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Presenti all’inaugurazione la commissaria straordinaria dell’Azienda Usl di Parma, Anna Maria Petrini, che ha sottolineato l’enorme impegno e dedizione del personale della struttura, Valerio Giannattasio, direttore del Distretto Sud-Est, Nicoletta Piazza,direttore del Dipartimento di Cure primarie, Monica Bolzani, responsabile del Servizio infermieristico e tecnico del Distretto,  e il sindaco di Langhirano Giordano Bricoli.L’evento si è concluso con le emozionanti testimonianze lette dal personale del Centro, che hanno condiviso la loro esperienza e il cammino percorso sostenendosi a vicenda durante le fasi più acute di pandemia. Parole ed emozioni hanno preso forma poi anche in musica, attraverso la voce e la chitarra di due operatori della struttura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Maxi rissa con i coltelli all'alba all'ex Salamini, quattro feriti: due gravi al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento