Gravi carenze igieniche: chiuso un ristorante di sushi in via Emilia Est

La cucina e la dispensa erano in pessime condizioni, utensili e contenitori sporchi, sul piano di lavorazione c'erano gamberi sfusi vicino a detersivi sfusi

Continuano i controlli congiunti del Reparto di Polizia Annonaria Amministrativa della Polizia Municipale e del Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione del Servizio Sanitario Regionale Emilia Romagna, con verifiche a tutela dei consumatori. Nello specifico, è stato ispezionato un pubblico esercizio in via Emilia Est, apparentemente ordinato ed in perfette condizioni igienico sanitarie ma, con “dispense” e cucina in pessime condizioni. Al controllo degli ispettori utensili e contenitori, destinati ad uso alimentare, si presentavano sudici rovinati ed in parte rotti. Ceppi di lavorazione stoccati a terra vicino al bidone dei rifiuti. Sul piano di lavorazione detersivo sfuso vicino a gamberi sfusi. Nell’area di lavorazione sushi era presente del pesce conservato in frigo privo di alcuna indicazione e non bonificato (la scheda di abbattimento compilata al 17/11 con impiego 20/11). Il pesce è stato alienato immediatamente.

Tale situazione ha portato il Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione del Servizio Sanitario Regionale Emilia Romagna a disporre la chiusura immediata dell’attività fino al ripristino delle condizioni igienico sanitarie, con comunicazione al settore competente del Comune di Parma per il prosieguo di competenza. Inoltre l’attività è stata sanzionata per la carenza d’igiene ed il non rispetto della procedura di lavorazione del Sushi (abbattimento), per la mancata esposizione degli orari di apertura e chiusura e la mancata esposizione esterna del menù.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Si conferma l'ottimo lavoro degli agenti del Reparto Polizia Annonaria della Polizia Municipale e del SIAN" commenta l'Assessore alla Sicurezza del Comune di Parma Cristiano Casa "Continuano i controlli a tappeto sul nostro territorio a tutela della salute dei consumatori e della concorrenza. Continueremo con rigore, sia perchè quello che viene riscontrato in questi esercizi è inaccettabile, sia perchè nella città di Parma, dove il cibo è una colonna portante di identità ed attrattività, non è possibile vi siano esercizi commerciali che prestano scarsa attenzione alle materie prime ed alla tutela della salute dei clienti. A Parma attività di questo tipo hanno, e continueranno ad avere, la vita difficile".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Bimbo di 4 anni muore all'Ospedale Maggiore

  • Da sabato 23 maggio i parmigiani potranno andare al mare: ma solo in Emilia-Romagna

  • Parma fuori dall'incubo: nessun decesso e nessun nuovo caso

  • I carabinieri sequestrano tre piantine di 'marijuana': denunciato un 25enne

  • Pizzarotti annuncia: "Giochi per bambini vietati, nei circoli anziani non si può giocare a carte"

Torna su
ParmaToday è in caricamento