rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Attualità

Ciclisti in sicurezza agli incroci con semaforo: attivate le prime 'case avanzate'

"Una novità introdotta nel Codice della strada dal Decreto Rilancio per mettere in sicurezza le biciclette agli incroci regolati da semaforo e incentivare la mobilità sostenibile" spiega l’Assessora alle politiche di sostenibilità ambientale Tiziana Benassi

Chi è rimasto in città si sarà certamente accorto di questi nuovi pittogrammi apparsi in prossimità degli incroci in centro storico: sono le prime case avanzate per biciclette, una soluzione adottata dall’Amministrazione per la maggior sicurezza dei ciclisti in prossimità degli incroci con semaforo. Le prime realizzazioni sono visibili - e sperimentabili - in via XXII Luglio e strada Repubblica, sul ponte di Mezzo e via Mazzini, sul ponte Caprazucca e viale Basetti.

“La casa avanzata è una novità introdotta nel Codice della strada dal Decreto Rilancio - che Parma ha subito accolto - per mettere in sicurezza le biciclette agli incroci regolati da semaforo e incentivare la mobilità sostenibile, spiega l’Assessora alle politiche di sostenibilità ambientale Tiziana Benassi. Uno spazio riservato alle biciclette, realizzato con la sola segnaletica orizzontale, che permette ai ciclisti di aspettare il semaforo verde davanti alle auto, in posizione visibile e protetta. L’obiettivo delle case avanzate è ridurre alcune situazioni critiche, che sono causa di incidentalità, nella fase di ripartenza derivanti dalla svolta a destra dell’automobilista, che spesso non si accorge della presenza del ciclista che si appresta a proseguire dritto all’incrocio. Ma anche nel caso della svolta a sinistra del ciclista: chi usa la bicicletta e deve svoltare a sinistra in prossimità di un incrocio può impegnare la porzione di sinistra della casa avanzata, rendendosi più visibile e più pronto ad attraversare a semaforo verde. Da ultimo, ma non meno importante, la presenza di una casa avanzata in caso di semaforo rosso consente a chi si muove in bicicletta di posizionarsi in testa alle auto in coda, evitando così di respirare gli inquinanti provenienti dai gas di scarico.”

La casa avanzata, traduzione dell’inglese Advance space line o bike-box, prevede che la linea di arresto per i veicoli a motore venga arretrata per fare spazio ad un’area - profonda almeno tre metri - dove chi usa la bicicletta può posizionarsi davanti alle auto ferme, in attesa che il semaforo diventi verde. Questa zona è raggiungibile dai ciclisti tramite un tratto di corsia ciclabile che inizia almeno cinque metri prima del semaforo. Per un uso consapevole delle case avanzate è necessario rispettare alcune semplici regole.

Come comportarsi in caso di semaforo rosso: regole per i ciclisti Nell’attesa che il semaforo diventi verde, se sei un ciclista e devi proseguire dritto o devi svoltare a destra, puoi impegnare la casa avanzata nella porzione centrale o più a destra dello spazio disegnato a terra. In questo modo sarai più visibile agli automobilisti, sarai il primo a partire dopo il verde semaforico ed eviterai di respirare i gas di scarico.

Nell’attesa che il semaforo diventi verde, se sei un ciclista e devi svoltare a sinistra, puoi impegnare la casa avanzata nell’area più a sinistra dello spazio disegnato a terra. In questo modo sarai più visibile agli automobilisti, sarai il primo a partire dopo il verde e riuscirai a svoltare a sinistra in modo più agevole. 

Come comportarsi in caso di semaforo rosso: regole per automobilisti e motociclisti. Negli incroci dotati di casa avanzata, in presenza di semaforo rosso, tutti i veicoli (eccetto biciclette e monopattini elettrici) sono tenuti a fermarsi prima della casa avanzata, evitando di impegnare l’area identificata dalla segnaletica orizzontale e dedicata alle biciclette, la casa avanzata per l’appunto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciclisti in sicurezza agli incroci con semaforo: attivate le prime 'case avanzate'

ParmaToday è in caricamento