colorno - centro sportivo di via puccini

Nicola Scillitani: "realizzare un'area verde..."

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Se le stazioni ferroviarie di Colorno e di Mezzano Rondano in stato di totale abbandono, non sono di competenza del nostro Comune, il centro sportivo che decidiamo di mostrarvi lo è di certo. Esso si mostra al nostro arrivo, subito in stato di totale abbandono. Il piazzale antistante adibito al parcheggio si mostra fangoso e pieno di pozzanghere. Un alto palo della luce a tre lampade, illumina il nulla. L’erba alta è ovunque, addirittura sul campo da rugby. La struttura degli spogliatoi ha la vernice scrostata, e alcuni vetri sono infranti. Alcuni capanni degli attrezzi sono circondati da folta vegetazione e si può facilmente scorgere una grande varietà di insetti. La cancellata a rete che conduce al campo è divelta e la rete rotta o mancante in più punti. Piange il cuore quando si pensa che una volta “forse” quel centro, era pieno di giovani atleti che si divertivano e facevano una sana attività all’aria aperta. Tenere un centro sportivo in tali condizioni proprio vicino a delle abitazioni, è indecoroso. “Non ci vorrebbe molto a dare una tagliata a quell’erba per riportare il luogo a una minima decenza” Possibile che il comune non abbia pensato di asfaltare il piazzale fangoso e farne un parcheggio di auto?... Possibile che l’erba non venga tagliata mai?... Possibile che non si possa rendere idoneo il campo da gioco per regalare ai Colornesi una nuova area verde?...Possibile che non si possa realizzare un area dedicata anche ai nostri amici a quattro zampe? L’area si presenta decisamente trascurata, e nell’incuria più totale. Vi sono addirittura dei cestini dei rifiuti sradicati e buttati tra l’erbaccia con al loro interno svariate bottiglie di alcolici. Perchè non convertire l’area?... Di aree verdi c’è sempre bisogno. Nicola Scillitani Coordinatore cittadino Amo - Colorno

Torna su
ParmaToday è in caricamento