menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Comando Unico della Polizia Locale a Fornovo? Penalizzerà i cittadini per la sicurezza"

L'opinione del SULPL sullo schema di convenzione per l’esercizio in forma associata dei servizi di Polizia Locale tra i Comuni di Medesano, Fornovo di Taro e Solignano

"Siamo venuti a conoscenza del fatto -si legge in una nota SULPL- che giovedì prossimo in Consiglio Comunale a Medesano dovrebbe essere approvato lo schema di convenzione per l’esercizio in forma associata dei servizi di Polizia Locale tra i Comuni di Medesano, Fornovo di Taro e Solignano. La sede unica dovrebbe essere dislocata a Fornovo nei locali della ex sede Polfer. L’ipotesi prevede che negli altri due Comuni restino due presidi territoriali. Cui prodest? Sinceramente non comprendiamo chi possa avere interesse a portare a termine, e perché in maniera così affrettata, una decisione che da qualunque angolazione la si analizzi appare da subito, approssimativa, illogica e insensata, per non dire scellerata.

Dislocare il Comando unico della Polizia Locale a Fornovo, già ben presidiata per la presenza anche di Polizia, Carabinieri, GdF e a breve VV.FF., a nostro avviso significa penalizzare dal punto di vista della Sicurezza i cittadini di Medesano, che dovrebbero accontentarsi di un presidio territoriale. Bhe vogliamo spiegare ai cittadini, in pratica, in cosa consisterà questo fantomatico presidio territoriale: attualmente vi sono in servizio 4 Agenti a Medesano, 3 a Fornovo e 1 a Solignano. Il Comando unico sarà composto quindi di 8 Agenti per un totale di circa 19mila abitanti che, tenuto conto anche di un calo oggettivo dovuto a ferie ed eventuali malattie/infortuni, e senza trascurare le distanze da percorrere per spostarsi tra i tre Comuni, nel tempo rimanente dovranno garantire un presidio che si ridurrà a poche ore di presenza effettiva sul territorio di Medesano e Solignano. Non bisogna trascurare che rispetto agli standard minimi regionali siamo sotto organico di almeno una decina di unità di operatori di Polizia Locale. Quindi, forse, chi ha premura di approvare questa convenzione, avrebbe dovuto prima occuparsi della risoluzione della problematica della carenza di personale.

Veniamo poi alla sede di Fornovo, che pare essere ubicata quasi sui binari della ferrovia. Ci piacerebbe conoscere il parere dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza; vorremmo sapere se hanno ispezionato i locali e espresso un parere. Altra anomalia è la disparità di trattamento economico che verrà a crearsi tra gli appartenenti alla PL uniti in convenzione, soprattutto con riferimento ai giorni rossi di calendario. A tal proposito rendo noto che la Segreteria Regionale ha richiesto un incontro al Segretario di Medesano Petrilli proprio per discutere di queste problematiche e auspico che lo stesso venga concesso senza ulteriori indugi e dilazioni di tempo. Abbiamo letto anche, qualche mese fa, le dichiarazioni rilasciate dal capogruppo Cantoni, che pur facendo parte della maggioranza, sembra non concordare, come noi, su questa scelta. Restiamo in attesa degli sviluppi…"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Attualità

Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento