rotate-mobile
Attualità

Come combattere la criminalità organizzata: dall'8 febbraio i seminari in Ateneo

Il primo incontro nell’Aula dei Filosofi della Sede centrale, alle 17, su “Attività di contrasto alla criminalità organizzata: indicatori di legalità in ambito sanitario”

Al via mercoledì 8 febbraio alle 17nell’Aula dei Filosofi dell’Università di Parma (Sede centrale, via Università 12), il primo seminario del ciclo Criminalità organizzata e attività di prevenzione e contrasto: un approccio interdisciplinare, organizzato dal Centro Studi in Affari Europei e Internazionali (CSEIA) in collaborazione con l’Osservatorio Permanente Legalità dell’Ateneo.

L’incontro ha come oggetto l’Attività di contrasto alla criminalità organizzata: indicatori di legalità in ambito sanitario. Interviene Eva Rigonat, ex Dirigente Veterinario Area A-C dell’ASL di Modena. Introduce e coordina Maria Cristina Ossiprandi, docente di Malattie Infettive degli Animali domestici del Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie dell’Università di Parma e Vicedirettrice di CSEIA.

Il ciclo prevede sei seminari sul tema della criminalità organizzata in una prospettiva interdisciplinare. Con il contributo di esperti ed esperte appartenenti a diversi ambiti scientifici e professionali, nei seminari successivi saranno trattati i seguenti temi: Gli effetti delle infiltrazioni criminali sui bilanci delle imprese, con Litterio Mirenda (Economista alla Banca d’Italia, sede di Bologna); Criptoattività e contrasto alla criminalità: rischi od opportunità?, con Giovanni Zaccaroni (Ricercatore di Diritto dell’Unione Europea, Università di Milano Bicocca); Genere e criminalità organizzata, con Ombretta Ingrascì (Assegnista di ricerca in Sociologia, Università di Milano, progetto Horizon 2020N ITHACA) e Vincenzo Scalia (Professore associato in Sociologia giuridica, della devianza e mutamento sociale, Università di Firenze); Combattere la criminalità con l’informazione, con Paolo Borrometti (Vice Direttore Agenzia Italia) e Nello Scavo (inviato speciale de L’Avvenire); Le nuove frontiere nel contrasto della criminalità organizzata transnazionale e l’impatto in Italia, con Angela Me (Direttrice di Ricerca presso UNODC, United Nations Office on Drugs and Crime). Il ciclo di seminari si concluderà nella prima settimana di maggio, con un workshop finale sul tema Frodi alimentari e criminalità organizzata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come combattere la criminalità organizzata: dall'8 febbraio i seminari in Ateneo

ParmaToday è in caricamento