rotate-mobile
Attualità

Il Comune assume il nuovo Piano Urbanistico Generale: ecco come cambierà Parma fino al 2050

Da lunedì 17 luglio la Proposta di Piano sarà pubblicata sul portale del Comune di Parma con la prospettiva, da settembre, di poter presentare le osservazioni da parte di tecnici, ordini professionali, cittadini e portatori di interesse

Prosegue il complesso iter legato al nuovo PUG – Piano Urbanistico Generale. La Giunta Comunale ha provveduto, in data odierna, alla sua Assunzione. Il Piano verrà depositato verso la fine di agosto. Ne hanno parlato, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta questa mattina in municipio, il Sindaco, Michele Guerra; l’Assessora alla Rigenerazione Urbana, Chiara Vernizzi, ed Emanuela Montanini, Dirigente del Settore Sviluppo e Pianificazione del Territorio.   

“E’ un giorno importante – ha precisato il Sindaco Guerra – in quanto la Giunta Comunale ha approvato l’assunzione del PUG, dopo un percorso partecipativo molto articolato che ha preso avvio nel 2021 e che è proseguito e si è intensificato nel corso di questo mandato. L’assunzione in Giunta apre un percorso di condivisione nuovo: da lunedì 17 luglio la Proposta di Piano Urbanistico Generale sarà pubblicata sul portale del Comune di Parma con la prospettiva, da settembre, di poter presentare le osservazioni da parte di tecnici, ordini professionali, cittadini e portatori di interesse. La città, pertanto, potrà far sentire la propria voce attraverso questa nuova fase. Tanto più che il PUG ha l’ambizione di guardare alla Parma del domani, con un orizzonte temporale che va al 2050”.  

Soddisfazione è stata espressa dall’ l’Assessora alla Rigenerazione Urbana, Chiara Vernizzi, che ha rimarcato: “L’assunzione del PUG ci consentirà di pubblicare la proposta di Piano, con i suoi 370 elaborati, on line, da lunedì 17 luglio. Da settembre si potranno presentare le osservazioni. Per questo l’Amministrazione attiverà uno sportello ad hoc per accompagnare tecnici, cittadini e portatori di interesse nella formulazione delle osservazioni. L’auspicio è che questi mesi siano di partecipazione sui temi e sulle proposte del PUG, per favorire un momento ulteriore di messa punto del Piano stesso, che guarda al 2050. L’amministrazione intende favorire al massimo il percorso partecipativo ed ha approntato una campagna di sensibilizzazione che partirà a settembre”. 

La Dirigente del Settore Sviluppo e Pianificazione del Territorio, Emanuela Montanini, è tornata “sull’importanza di migliorare la proposta di Pug in vista della successiva adozione in consiglio comunale, proprio attraverso la partecipazione”. Ha ricordato i principi che informano il PUG quali il contenimento del consumo di suolo, la riqualificazione e rigenerazione urbana.  

Da settembre si potranno presentare le osservazioni. Il Comune ha previsto, per facilitare questo percorso, l’istituzione di uno sportello ad hoc, a partire da settembre, a cui si potranno rivolgere tecnici, cittadini interessati e portatori di interesse. Le osservazioni andranno presentate prioritariamente utilizzando l’apposita piattaforma. Riferimenti, mail e numeri di telefono verranno comunicati con apposita nota dal Comune di Parma.   

L’Assunzione del nuovo Piano Urbanistico Generale fa seguito alla fase partecipativa che ha visto l’Amministrazione presentare il nuovo strumento di pianificazione urbanistica nei quartieri, in ottobre 2022, e, da ultimo, in occasione dei due incontri che si sono svolti a fine giugno al Wopa – Workout Pasubio di via Palermo, il primo dedicato agli Ordini Professionali ed il secondo a cittadini e portatori di interesse.   

  

I principi ispiratori del PUG riguardano il contenimento del consumo di suolo e puntano su rigenerazione e riqualificazione urbana. Il PUG ha una prospettiva che va al 2050 e traccia le linee di sviluppo della città del domani. Per questo l’Amministrazione ha puntato ad un percorso fortemente partecipato, denominato “Parma is calling”, per raccogliere proposte e suggerimenti utili a migliorarlo. Ora questa fase si è conclusa e se ne apre una nuova.     

In settembre è stata programmata una campagna di comunicazione e confronto che comprende, oltre all’istituzione di uno sportello dedicato, anche momenti di incontro, confronto e sensibilizzazione della città, avvalendosi della formula di successo di I LIKE PARMA, in cui diversi monumenti e luoghi storici e di cultura della città verranno aperti al pubblico; proprio in continuità con questo evento, si terrà I LIKE PUG con iniziative in aree dismesse e strategiche, soggette, in prospettiva, a rigenerazione e riqualificazione urbana.   

  L’iter del Piano prevede che, una volta esaminate le osservazioni da parte dell’Ufficio di Piano del Comune di Parma, queste siano vagliate dalla terza Commissione Consiliare Permanente Urbanistica, Attività Produttive e Protezione Civile. Seguirà la presentazione in Consiglio Comunale per l’adozione. Il PUG verrà poi sottoposto al CUAV – Comitato Urbanistico di Area Vasta – composto da rappresentati di Comune di Parma, Provincia di Parma e Regione Emilia-Romagna. La conclusione dell’iter, infine, con l’approvazione del Consiglio Comunale.    

 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune assume il nuovo Piano Urbanistico Generale: ecco come cambierà Parma fino al 2050

ParmaToday è in caricamento