menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comune di Parma e Acer: inaugurati 8 nuovi alloggi Erp in strada Casa Bianca

Terminati i lavori di manutenzione voluti dall'amministrazione comunale e dall’Azienda Casa E-R, la palazzina ospiterà piccoli gruppi familiari

 Si è svolto questa mattina in strada Casa Bianca, al numero civico 70, il taglio del nastro di otto nuovi alloggi di edilizia residenziale pubblica, dopo la conclusione dei lavori di ristrutturazione e di manutenzione del fabbricato, da tempo abbandonato, di proprietà del Comune di Parma, gestito da Acer (Azienda Casa Emilia-Romagna) Parma. 

La nuova palazzina, che potrà ora ospitare piccoli nuclei familiari, come madri con bambini, coppie o singole persone, è stata inaugurata dall'assessora al Welfare del Comune di Parma, Laura Rossi, dal presidente di Acer Parma, Bruno Mambriani, dalla vicepresidente di Acer Parma Francesca Cravero, dal direttore di Acer Parma Italo Tomaselli, dal consigliere di Acer Parma Romano Bussandri, dal responsabile S.O. Politiche abitative del Comune di Parma Luigi Folli, dal geometra Francesco Monica.

“Abbiamo realizzato questi lavori grazie ai fondi per le Case popolari, proseguendo uno storico progetto che riguarda strada Casa Bianca e stabili in altre zone della città, e abbiamo già predisposto una graduatoria speciale per gruppi formati da una o due persone – ha spiegato l'assessora al Welfare del Comune di Parma, Laura Rossi – . Attraverso questi monolocali si persegue il reinserimento sociale di persone spesso messe ai margini, fornendo loro autonomia anche a livello abitativo. Ringrazio Acer Parma che in tempi rapidissimi ha fatto un ottimo lavoro, molto bello anche sotto il profilo estetico”. 

“Grazie all'impegno del Comune di Parma e segnatamente dell'assessore Laura Rossi, che ha fortemente voluto questo intervento – ha detto il presidente di Acer Parma, Bruno Mambriani – abbiamo riportato a dignità questo fabbricato. Si tratta di un altro pezzo di città che viene così messo a posto e chepermetterà di dare un tetto a chi ne ha bisogno, fornendo inoltre spazi come la sala comune e il cortile che si sviluppa attorno al grande platano, per agevolare la socializzazione di chi verrà a vivere in questi appartamenti”.

La palazzina, composta da monolocali con bagno, ubicata in una zona di pregio all'interno del tessuto urbano cittadino, torna così nella disponibilità effettiva del patrimonio comunale destinato ad edilizia residenziale pubblica.

L'intervento, del valore di circa 60mila euro, ha comportato la sistemazione del tetto, il tinteggio della facciata con il classico colore “giallo Parma” e il rifacimento degli intonaci, il recupero del cortile interno e della sala comune.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Ultime di Oggi
  • Attualità

    "Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

  • Cronaca

    Covid: novanta nuovi casi e un decesso

  • Attualità

    Vaccino: entro fine mese in arrivo 354mila dosi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento