menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comune: "Via Zarotto, nessuna richiesta di autorizzazione per un nuovo locale"

La nota dell'Amministrazione Comunale

"Con riferimento alle notizie di stampa circa la prossima inaugurazione del locale di pubblico spettacolo sito in via Zarotto (già Astrolabio), il Comune di Parma -si legge in una nota- ritiene doveroso precisare che ad oggi nessuna domanda di autorizzazione per la riattivazione di tale locale è pervenuta ai competenti uffici del settore Sportello Attività Produttive ed Edilizia.

La presentazione di apposita domanda di nuova licenza di esercizio e di agibilità ai sensi degli articoli 68 e 80 del T.U.L.P.S. (Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza) è infatti indispensabile per l’eventuale riapertura dell’attività, in quanto l’ultima licenza, rilasciata dal Comune di Parma il 30 dicembre 2013, è stata successivamente revocata con provvedimento dell’11 marzo 2014 a seguito di riscontrate difformità alla normativa antincendio.

Di conseguenza, solo a seguito della presentazione della suddetta istanza e del rilascio del nuovo titolo autorizzatorio, al termine dell’iter istruttorio previsto, che contempla, fra l’altro, l’espressione del parere vincolante della competente commissione di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo, nonché le necessarie verifiche delle normative igienico sanitarie, edilizie e, in generale di tutte le disposizioni prescritte dalla legge per il rilascio del suddetto titolo abilitativo, sarà possibile eventualmente riattivare il locale".
 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Sport

    Altro tonfo, il Parma perde partita e speranze di salvarsi

  • Cronaca

    Covid, salgono i contagi: quasi 200 in 24 ore

  • Cronaca

    Parma torna arancione: ecco cosa cambia da lunedì

  • Cronaca

    Vaccino: al via le prenotazioni per chi ha dai 70 ai 74 anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento