Confartigianato: "Grazie alle Fiamme Gialle per il contrasto all’abusivismo"

"Se una volta era un problema, per le forze dell’ordine accedere alle abitazioni degli abusivi, oggi ci pare che la loro stessa pubblicità sui social possa essere ritenuta un'autodenuncia"

Confartigianato Imprese Parma vuole esprimere il proprio ringraziamento alle forze dell’ordine e in particolare alla Guardia di Finanza, per l’operazione messa a punto ieri e che ha portato a sanzionare una trentenne di Salsomaggiore Terme, che svolgeva l’attività di estetista all’interno della propria abitazione, senza alcuna qualifica professionale né licenza a operare. 

Da anni chiediamo maggiori controlli  - dice Michele Ziveri, presidente di Confartigianato Benessere Emilia-Romagna - abbiamo segnalato più volte abusivi e in particolar modo dal momento del lockdown abbiamo intensificato la nostra azione contro chi, oltre a non pagare le tasse, mette a rischio la salute delle persone, utilizzando strumenti non sterilizzati, senza i presidi e diffondendo tante patologie, non solo il Covid-19.

Se una volta era un problema, per le forze dell’ordine accedere alle abitazioni degli abusivi, oggi ci pare che la loro stessa pubblicità sui social possa essere ritenuta un'autodenuncia.

Sono tante le persone che svolgono l’attività di estetista o acconciatore senza averne i titoli e questo è gravissimo. Ringrazio quindi le Fiamme Gialle e ci mettiamo a disposizione, fin da ora, per segnalare altre situazioni rilevate, molto simili a quella della signora di Salsomaggiore”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Coprifuoco alle 23 e deroghe ai nonni per le feste di Natale: verso il Dpcm del 3 dicembre

Torna su
ParmaToday è in caricamento