Il coronavirus circola nell'aria? "Non ci sono evidenze"

L'istituto superiore di sanità smentisce una notizia apparsa questa mattina su alcuni media

Al momento non ci sono evidenze che il virus circoli nell'aria. A dirlo è stato il presidente dell'Istituto superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, che ha così smentito una notizia apparsa questa mattina su diversi quotidiani italiani secondo cui il virus potrebbe viaggiare nell’aria a distanze più ampie rispetto a quelle di cui si era parlato finora (un metro, un metro e mezzo). Nel corso di una conferenza per fare il punto sull’emergenza sanitaria, Rezza ha detto che "questa via (di trasmissione, ndr) era nota in determinati contesti, come quelli sanitari, ma al momento la letteratura scientifica indica che le principali vie diffusione del virus sono quelle per droplet ('goccioline', ndr) e per contatto".

Il virus circola nell'aria? All'aperto l'ipotesi è da escludere

Insomma, negli spazi aperti è difficile che il virus possa circolare nell’aria. "La gente ha paura che andando per strada o stando sul balcone" ci possa essere una trasmissione del virus, ma "al di fuori degli ambienti chiusi possiamo escludere" questa ipotesi, ha aggiunto il direttore del Dipartimento di malattie infettive dell’ISS, Gianni Rezza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Pasta al glifosato: ecco i marchi che la contengono (e quelli da non dare ai bimbi)

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Ferie blindate: niente vacanze in montagna e divieto di spostamento fuori regione per i parmigiani

  • Firmato il Dpcm, coprifuoco e spostamenti: cosa cambia per i parmigiani

  • Oggi la firma del Dpcm: Natale solo tra conviventi e coprifuoco alle 22

Torna su
ParmaToday è in caricamento