Coronavirus, sale la preoccupazione tra i cittadini: "Abbiamo paura"

Le reazioni di alcuni parmigiani e parmigiane alla notizia del passaggio della coppia cinese, contagiata dal coronavirus, nella nostra città: "Siano fiduciosi nelle strutture sanitarie"

La coppia di turisti cinesi, un uomo ed una donna di 66 e 67 anni, contagiata dal coronavirus, è passata nella nostra città, dopo essere atterrata a Milano e prima di raggiungere la Capitale, dove hanno manifestato i sintomi tipici del nuovo virus e si sono rivolti alle strutture sanitarie. Secondo alcune informazioni avrebbero noleggiato un'auto a Parma per poi recarsi a Roma.

I parmigiani e le parmigiane, non dormono certi sonni tranquilli. Va specificato però che nessuna segnalazione di persone cinesi con i sintomi del coronavirus è arrivata all'Azienda Usl di Parma che, come sottolineato nella mattinata di oggi, venerdì 31 gennaio, hanno chiesto maggiori informazioni all'Istituto Spallanzani sulla permanenza dei due turisti nella nostra città.

Attualmente non sono stati registrati casi sospetti di coronavirus a Parma e Provincia e nessun paziente ha manifestato sintomi simili a quelli del virus cinese. L'Azienda Ausl sta lavorando, insieme alla Prefettura di Parma, per ricostruire l'itinerario effettuato dai turisti cinesi nella nostra città.

"Abbiamo certamente paura - sottolinea una donna davanti alla stazione - ma bisogna informarsi bene e non credere alle tante fake news che stanno girando. Potrebbe essere fin controproducente. Abbiamo letto del passaggio della coppia cinese dalla nostra città: siamo fiduciosi che le autorità sanitarie stiano mettendo in atto tutti i protocolli necessari"

"Io sono pò preoccupata lo sono, anche se gli annunci della direzione dell'istituto Spallanzani mi rassicurano molto. Nessuna delle persone presenti sull'autobus con i due cinesi che sono stati contagiati dal virus ha avuto problemi di salute. Per la nostra città, dove sono solo passati, possiamo stare tranquilli"

"Certo che potevano impedire prima gli arrivi dei voli cinesi nel nostro Paese, o comunque sottoporre tutti ad un controllo. Secondo me la situazione è stata sottovalutata e ora ce li ritroviamo a Parma". 

"Io sono arrivato ora da Bologna in treno ed ho sentito della notizia della coppia cinese, che è passata anche a Parma, oltre che a Verona. Sicuramente sono preoccupato ma non allarmato: ho paura anche se mi rendo conto che è piu che altro suggestiome:. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoratori si ribellano: "Il 15 gennaio apriremo nonostante i divieti"

  • Le regole dopo il 15 gennaio: ecco quando si potrà andare a trovare parenti e amici

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Parma scongiura la zona rossa

  • Dal 16 gennaio Parma rischia la zona rossa

  • Le contraddizioni del decreto: zona arancione con più limitazioni della zona rossa

Torna su
ParmaToday è in caricamento