Coronavirus: continua il servizio di ascolto e supporto psicologico dell'Ausl

Personale esperto risponde al 339-6860219 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18. Da marzo a ottobre, diverse migliaia di telefonate ricevute

Il coronavirus è entrato nella vita di tutti, senza distinzione: sta cambiando le nostre abitudini, al lavoro, a scuola e anche nel tempo libero. Le necessità di mantenere le distanze, di proteggerci con l’uso della mascherina, di ridurre fino allo stretto necessario gli incontri con le persone, anche se famigliari e amici mettono a dura prova il nostro equilibrio mentale.

Per offrire il necessario supporto a chi ha il bisogno di raccontare la propria esperienza di sofferenza, ad esempio a causa dell’isolamento forzato, della malattia o del lutto, l’Azienda USL di Parma ricorda che è attiva una linea telefonica dedicata.

Psicologi e psicoterapeutici rispondono al numero  339-6860219, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18. E’ possibile anche scrivere una e-mail all’indirizzo  supportopsicologico@ausl.pr.it   indicando un recapito telefonico a cui essere contattati.

Questo e altri servizi di supporto sono stati attivati nella prima fase dell’emergenza sanitaria per Covid-19: da allora alla fine ottobre sono state alcune migliaia le telefonate ricevute dai professionisti Ausl. 

Chiedere aiuto quando si è in difficoltà non è una vergogna, né tantomeno una colpa: è un diritto ed è il primo passo da compiere per iniziare a stare meglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 ristoranti a Parma: ecco quali sono i locali visitati

  • Parma in zona arancione: il calendario delle regole nel fine settimana

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Viola il coprifuoco per andare a trovare la fidanzata: giovane multato per 400 euro

  • Firmato il nuovo Dpcm: tutte le restrizioni a Parma dal 16 gennaio al 5 marzo

  • Parma si prepara alla protesta del 15 gennaio: ristoranti aperti contro i divieti

Torna su
ParmaToday è in caricamento